Domenica, 26 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Regione, il Sadirs: "Dipendenti mortificati, sul personale solito copione"
LA NOTA

Regione, il Sadirs: "Dipendenti mortificati, sul personale solito copione"

“La politica del governo regionale è miope verso i dipendenti, siamo pronti a una stagione di lotta e ci opporremo in tutte le sedi”. Lo scrive in una nota il sindacato Sadirs commentando l’azione del governo regionale nei confronti del personale.

“Assistiamo a una gestione insufficiente e mortificante per i dipendenti stessi – spiega il Sadirs - dopo decenni di attacchi indiscriminati, ingiusti, contro l'amministrazione regionale, ci saremmo aspettati un governo della svolta, che desse un segnale di discontinuità con il passato, e invece siamo ripiombati in un baratro “democratico” con un mancato confronto, più volte richiesto, con i sindacati, e attacchi sulla stampa secondo un copione già visto, dove solo l'assessore Grasso ha provato a intervenire con una timida difesa”.

Il Sadirs ricorda che “dopo decenni di sfruttamento del personale regionale, soprattutto del personale di categoria A e B che reggono interi settori in carenza di istruttori, funzionari, e dirigenti, ci saremmo aspettati un’azione energica, forte, arrembante, con un progetto a largo respiro sul personale in servizio, con un processo di riconoscimento delle professionalità acquisite, con una riclassificazione che consentisse di uscire dall'impasse. Invece – è la riflessione del Sadirs - il governo mortifica tutto, pensa solo a concorsi esterni, a sistemare precari, navigatori, ex sportellisti, continua in una politica mortificante di mobilità verso le dighe del personale regionale invece di utilizzare il personale Eas o dei Consorzi di bonifica, non richiama l'Aran che non ha la forza di produrre alcun azione propulsiva, nei processi che invece necessiterebbero di autonomia e forza. Si allarga così il divario tra la regione che sta disegnando Musumeci – conclude il Sadirs - e quella che invece noi vorremo per dare un reale segnale di cambiamento ai siciliani”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X