Venerdì, 07 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia L'Ue gela l'Italia: "Procedura giustificata, ha violato le regole sul debito"
CONTI PUBBLICI

L'Ue gela l'Italia: "Procedura giustificata, ha violato le regole sul debito"

L'Ue gela l'Italia: la regola del debito "non è stata rispettata" nel 2018, nel 2019 e non lo sarà nel 2020, e quindi "è giustificata" una procedura per debito eccessivo, scrive la Commissione Ue nel rapporto sul debito italiano.

Per Bruxelles il rallentamento economico "spiega solo in parte l'ampio gap" nel rispetto della regola, e la "retromarcia" su alcune riforme pro-crescita del passato, come quella delle pensioni, e il deficit proiettato oltre il 3% nel 2020, rappresentano "fattori aggravanti".

Per l'Italia, ha detto il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis, esiste un "cammino per la ripresa, altri lo hanno già intrapreso", e prevede di "non spendere quando non c'è spazio per farlo".

"I dati 2018 per l'Italia sono problematici su due fronti: invece di essere ridotto, il debito sale da 131% a 132% e il deficit strutturale che avrebbe dovuto calare di 0,3% peggiora di 0,1%, creando un gap di 0,4%. Sfortunatamente anche per il 2019 vediamo un peggioramento dello strutturale, mentre il Consiglio aveva raccomandato uno 0,6% di miglioramento e le autorità italiane si erano impegnate a dicembre a non peggiorarlo": ha affermato il commissario agli affari economici Pierre Moscovici, aggiungendo, tuttavia: "La mia porta resta sempre aperta. Siamo sempre pronti ad ascoltare".

(ANSA)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X