Sabato, 06 Giugno 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Riscossione Sicilia, uffici aperti tutti i giorni fino al pomeriggio
LA DISPOSIZIONE

Riscossione Sicilia, uffici aperti tutti i giorni fino al pomeriggio

di

Il 30 aprile è il termine ultimo per la presentazione della dichiarazione di adesione alla definizione agevolata prevista dal D.L. 119/2018, convertito con modificazioni dalla L. 136/2018, meglio nota come rottamazione delle cartelle esattoriali.

I vertici di Riscossione Sicilia hanno deciso che, per far fronte al numero di richieste pervenute in quantità straordinaria negli ultimi giorni, gli uffici rimarranno aperti tutti i giorni fino a pomeriggio inoltrato, "per garantire la massima operatività per il rilascio delle richieste delle credenziali pervenute telematicamente necessarie per l’accesso all’area riservata".

Sia a Palermo che a Catania per adempiere al servizio di back office il personale ha dato la disponibilità anche per domenica 28 aprile. Questo permetterà ai numerosi utenti e professionisti di ricevere nel corso della giornata “festiva” nella loro casella di posta elettronica le credenziali di accesso all’area riservata.

Gli sportelli rimarranno aperti anche sabato 27 aprile dalle ore 8,20 fino alle 13,30, garantendo altresì un presidio anche nel pomeriggio non oltre le 16,30 e comunque fino a smaltimento e a garanzia dei turni staccati fino alle 13,30.

Già a livello nazionale ieri  i commercialisti hanno chiesto una proroga alla 'rottamazione-ter' di almeno di un mese. Ad invocarlo, con una lettera, il Consiglio nazionale dei commercialisti, rivolgendosi al ministro dell'Economia Giovanni Tria e al direttore dell'Agenzia delle Entrate, Antonino Maggiore. "Con l'approssimarsi delle scadenze - ha affermato il presidente Massimo Miani - si sono moltiplicate le segnalazioni giunte all'Ordine da professionisti impossibilitati ad operare a causa di alcuni blocchi informatici dei siti internet degli agenti della riscossione, dovuti al notevole numero di richieste da parte dei contribuenti. A ciò, si sono aggiunti sia i ritardi rilevati, in particolare sul territorio siciliano, nelle risposte alle richieste di attivazione dei codici pin per l'autorizzazione all'accesso delle posizioni dei singoli contribuenti, sia le difficoltà nel rilascio degli estratti di ruolo per le richieste effettuate direttamente agli sportelli presenti sul territorio e nell'ottenere le dichiarazioni Isee da parte dei centri di assistenza fiscale - si legge in una nota - Al fine di consentire a tutti i contribuenti di potersi avvalere delle opportunità concesse dalla legge, chiediamo sia disposta con estrema urgenza la proroga di almeno trenta giorni della presentazione della domanda di adesione alle definizioni agevolate in oggetto e del versamento della prima, o unica rata in scadenza il prossimo 30 aprile", si continua a leggere nella nota di Miani.

Lo slittamento, peraltro, "trova ulteriore giustificazione nell'annunciata estensione della 'rottamazione' alle entrate regionali e degli enti locali", disposta col Decreto crescita, approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 23 aprile e di imminente pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, chiude Miani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X