Martedì, 18 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Ortaggi, coltivazioni decimate al Sud: il gelo manda in tilt le consegne
ALLARME COLDIRETTI

Ortaggi, coltivazioni decimate al Sud: il gelo manda in tilt le consegne

ROMA. Le consegne di ortaggi invernali sugli scaffali sono praticamente dimezzate per effetto del maltempo che ha falcidiato i raccolti di ortaggi delle regioni del centro sud ed ostacolato i trasporti dei prodotti che si sono salvati dal gelo, dalla neve e dalle grandinate.

È l'allarme degli agricoltori della Coldiretti che, con l'allerta meteo nelle regioni più interessate, hanno mobilitato i trattori per togliere la neve dalle strade e distribuire il sale contro il gelo per garantire la circolazione anche nelle campagne da dove partono le forniture alimentari di prodotti deperibili.

I trattori, rende noto Coldiretti, sono stati attrezzati come spalaneve e come spandiconcime per la distribuzione del sale contro il pericolo del gelo per scongiurare un ulteriore aggravamento dei danni. Evitare l'isolamento delle strade di campagna è necessario, afferma l'associazione, per consentire le forniture quotidiane del latte che deve essere munto tutti i giorni ma anche per rifornire i mercati di verdure e ortaggi.

Coltivazioni decimate con interi raccolti di ortaggi invernali perduti e danni alle piante da frutta come agrumi e viti crollate sotto il peso della neve, ma anche strage di centinaia di animali hanno portato la stima dei danni a salire ad almeno 300 milioni di euro.

Dalle bietole agli spinaci, dalla lattuga ai cavoli, dai finocchi ai carciofi, dalle zucchine alle rape, i prodotti sono disponibili in quantità ridotte sugli scaffali di negozi e supermercati.

Inevitabili i riflessi alla vendita in una situazione in cui i prezzi degli ortaggi mediamente triplicano dal campo alla tavola secondo l'analisi della Coldiretti, che invita a vigilare però sulle speculazioni. Inoltre, il freddo si fa sentire anche con un crollo della produzione del latte che raggiunge fino il 50% negli allevamenti delle aree terremotate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X