Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA RICERCA

Mercato del lavoro, le "maglie nere" ad Agrigento e a Caltanissetta

di

PALERMO. Cresce il divario tra Nord e Sud sull’occupazione. Paese spaccato anche sull’uso dei voucher: in Sicilia l’incidenza delle ore lavorate è inferiore rispetto alla media nazionale. Fondo della classifica per Agrigento sull'efficienza del mercato del lavoro, maglia nera a Caltanissetta tra i tassi di occupazione maschile e femminile.

I dati sono contenuti nel report sul lavoro della Fondazione studi dei consulenti del lavoro che si è basata sui rapporti Istat del 2015.

In fondo alla classifica c’è Agrigento (solo il 27,9% degli occupati ha alte qualificazioni e la metà degli impieghi totali non è standard), preceduta da Barletta, Andria, Trani e Crotone.

Se si guarda solo alle grandi città il divario più alto è a Bari (23,6 punti) e quello più basso a Firenze (5 punti), molto inferiore alla media dell'Italia (18,3%) ma anche dell'Ue a 28 (10,4%). In provincia di Bolzano c'è il tasso di occupazione femminile più alto (64,3%), seguita da Bologna (63,5%), mentre Caltanissetta registra il tasso più basso (22,5%).

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X