Mercoledì, 02 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia In ascesa la qualità dei vini italiani, premi per 21 siciliani
TRE BICCHIERI

In ascesa la qualità dei vini italiani, premi per 21 siciliani

ROMA. E' il giorno dei grandi vini italiani, alla ribalta a Roma dove il Gambero Rosso ha presentato la trentesima edizione della guida "Vini d'Italia 2017" e annunciato il riconoscimento di 429 "Tre Bicchieri" ai campioni dell'anno, con la Toscana e il Piemonte a far la parte del leone.

Intanto a Milano i sommelier dell'Ais hanno decretato lo sfavillante stato di salute della produzione vinicola nazionale, dopo aver degustato quest'anno ben 35.000 vini, un terzo dei quali è entrato nella guida "Vitae 2017", illustrata oggi. Un Italia da primato, dunque, che brinda Franciacorta oggi e domani quando saranno aperte le porte di Bellavista, azienda del Gruppo Terra Moretti, designata "Cantina dell'anno" dal Gambero Rosso.

"Sono particolarmente orgoglioso per questo premio, che costituisce in primo luogo un riconoscimento al Franciacorta e alla Franciacorta, a tutti gli imprenditori che come me hanno creduto in questa terra e nelle sue potenzialità", ha commentato Vittorio Moretti, che è anche presidente del Consorzio per la tutela del Franciacorta.

"In questi anni il vino italiano ha posto le basi per successi duraturi nella qualità, oggi riconosciuta a livello mondiale" ha sottolineato il presidente del Gambero Rosso Paolo Cuccia, durante la cerimonia di premiazione all'Eur, a poca distanza dalla Nuvola di Fuksas aperta oggi.

Nella capitale inoltre questa settimana alcune griffe del Vigneto Italia hanno vissuto, su iniziativa della stessa casa editrice, momenti di gloria internazionale in un ciclo di verticali irrepetibili di Sassicaia, del friulano Vintage Tunina di Jermann e delle cuvée di Guido Berlucchi & C. Franco Ziliani al cospetto di 20 tra le più importanti firme del mondo del vino a livello mondiale, da Therry Dessauve della "Guide des Vins de Bettane+Dessauve" a Jane Anson di Decanter e Monica Larner di Wine Advocate fino al brasiliano Marcelo Copello.

Il banco d'assaggio per questi grandi degustatori è stato peraltro ospitato nell'appartamento che è stato di Papa Innocenzo X in via Santa Maria dell'Anima. I curatori della guida Vini d'Italia 2017 hanno selezionato 22.000 vini di 2.400 aziende e assegnato il massimo riconoscimento del Gambero Rosso, i "Tre bicchieri" a 429 grandi vini provenienti: 80 dalla Toscana, 75 dal Piemonte, 38 dal Veneto, 27 dall'Alto Adige, 26 dal Friuli Venezia Giulia, 22 dalla Lombardia e dalla Campania, 21 dalla Sicilia, 20 dalle Marche, 14 dall'Emilia Romagna, 12 dall'Abruzzo, dalla Sardegna e dalla Puglia, 10 dall'Umbria e dal Trentino, 7 dal Lazio, 6 dalla Valle d'Aosta e dalla Liguria, 4 dalla Basilicata, 3 dalla Calabria, 1 dal Molise.

Le aziende che hanno ottenuto un punteggio Tre bicchieri 10 o più volte ottengono una o più stelle. Ai vertici c'è Gaja con 6 stelle; Ca' del Bosco con 4; La Spinetta, Elio Altare - Cascina Nuova, Allegrini, Castello di Fonterutoli, Valentini con 3. Premiati inoltre 88 Tre Bicchieri Verdi, 88 Tre Bicchieri sotto 15 euro. Anche i sommelier hanno dato voce a una produzione che si scopre sempre più green, valorizzando i vini etici e che meglio hanno saputo esprimersi nel rispetto della salvaguardia ambientale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X