Martedì, 27 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Crocetta quater, da Forza Italia al Movimento 5 Stelle: piovono critiche sulla nuova giunta
REGIONE

Crocetta quater, da Forza Italia al Movimento 5 Stelle: piovono critiche sulla nuova giunta

PALERMO. Il Crocetta quater parte subito nel caos, con una pioggia di critiche. E alzano i toni tutti: Forza Italia, M5s, "verdiniani". "Crocetta presenta il governo e Raciti gli risponde che il Pd non lo riconosce. Signori, governare non è essere perennemente su Scherzi a parte. Ma quale governo di legislatura!". Così Nello Musumeci, deputato regionale e leader dell'opposizione all'Ars. "Cosa resta della rivoluzione? Niente! - aggiunge - Il Crocetta quater si regge su una maggioranza trasformista, nasconde l'indiretta presenza di Ncd, scontenta tanti e accontenta solo i diretti interessati. Dureranno poco e farà molto male al Pd, ma sono problemi loro. Noi, invece, ci teniamo l'ennesimo primato di un governatore che ha superato i 40 assessori in tre anni, mentre la Sicilia sprofonda. Renzi decida: così non si può andare avanti".

"Il Nulla politico e programmatico di Crocetta trova nel suo quarto governo la sintesi massima".Lo dice Saverio Romano, coordinatore gruppi parlamentari "Ala". "L'ennesima spartizione di potere, un misero 'aggiungi un posto a tavola' - prosegue - in assenza di un piano qualsivoglia per uscire dal default e per restituire una speranza ai siciliani. Unico obiettivo di chi lo sostiene è la sopravvivenza politica a danno dei siciliani". "Una regione di fatto commissariata, - osserva - che è sorda all'allarme lanciato da tutte le categorie sociali e dalle forze produttive, incapace non solo nella gestione ballerina dei conti ma anche nella organizzazione di una risposta alla disoccupazione e alla disperazione sociale".

"I violenti attacchi del Partito democratico al presidente della Regione siciliana, avvenuti solo pochi minuti dopo la presentazione del Crocetta Quater, evidenziano come il Pd, che mostra una palese volontà ricattatrice, sia il vero problema della nostra Sicilia. I democratici sono i veri responsabili di un gioco al massacro che la nostra terra non merita e che i siciliani sono stanchi di subire". Lo afferma Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all'Ars. "Notiamo altresì come il capogruppo del Pd, Antonello Cracolici, abbia finalmente realizzato il sogno di ottenere la bramata carica di assessore, lavando però il coltello con il sangue di alcuni colleghi - prosegue Falcone -. Dobbiamo ora capire con quale spirito il Partito democratico siciliano e gli altri cespugli delusi dal nuovo esecutivo, vivranno il proseguo dell'amministrazione Crocetta".

«Più che un parto è stato un aborto - scrivono i deputati grillini all'Ars -. Il nuovo governo è una grande ammucchiata che non riesce nemmeno a soddisfare la voglia di poltrone di tutti. Il Crocetta quater è addirittura peggio dei precedenti e non avrà vita lunga».

"I fatti delle ultime ore confermano l'aggravarsi dello stato di calamità istituzionale della Regione, ammesso che la Regione ancora esista. Prima finirà questa devastante legislatura e minori saranno i danni sociali, culturali ed economici per la Sicilia", ha detto invece il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X