Mercoledì, 11 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
DA DITELO A RGS

Lsu e Asu: 2100 precari saranno stabilizzati ma in 4 anni

di
Lo hanno spiegato a Ditelo a Rgs il presidente della Commissione Sanità dell’Ars, Pippo Di Giacomo e il vicepresidente della commissione Bilancio, Vincenzo Vinciullo

PALERMO. Sono 2100 i precari Lsu e Asu che lavorano come impiegati, uscieri, tecnici, ma anche in ambito sanitario, nelle asp e negli ospedali siciliani. Saranno stabilizzati. Ma in quattro anni.

Lo hanno spiegato a Ditelo a Rgs il presidente della Commissione Sanità dell’Ars, Pippo Digiacomo e il vicepresidente della commissione Bilancio, Vincenzo Vinciullo. “Entro maggio – ha detto Vinciullo – approveremo la riforma delle pensioni. In questo modo si libereranno i posti per stabilizzare i precari. La copertura economica sarà garantita proprio dai pensionamenti”. Digiacomo ha spiegato che “in questo modo saranno potenziati i servizi negli ospedali e si ridurranno le attese. Sicuramente – ha sottolineato Digiacomo – si darà maggiore stabilità al sistema e aumenterà anche la serenità dei pazienti e degli stessi operatori. E’ normale infatti che chi ha un posto di lavoro stabile riesce a lavorare più serenamente”. Inoltre “sono quasi pronti i criteri per dare le pagelle ai reparti siciliani e stabilire quali dovranno essere accorpati” ha detto Digiacomo. Entro fine maggio poi i manager delle aziende sanitarie dovranno realizzare la nuova pianta organica. Subito dopo si potrà procedere con la mobilità, le stabilizzazioni e i nuovi concorsi per colmare i posti ancora vuoti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X