Lunedì, 17 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Sanità, metà dei nuovi posti riservata ai precari: dovranno superare selezione
ASSUNZIONI

Sanità, metà dei nuovi posti riservata ai precari: dovranno superare selezione

di
L'altra metà sarà destinata alla mobilità e a nuovi concorsi. Lo ha spiegato questa mattina a Ditelo a Rgs, l'assessore regionale alla Salute, Lucia Borsellino

PALERMO. Concorsi nella sanità. Anche i precari dovranno superare una selezione per essere stabilizzati. A loro sarà riservato il 50 per cento dei posti vacanti. L'altra metà sarà destinata alla mobilità e a nuovi concorsi. Lo ha spiegato questa mattina a Ditelo a Rgs, l'assessore regionale alla Salute, Lucia Borsellino.

L'assessore ha spiegato che il principio è previsto dal nuovo accordo approvato in conferenza Stato-Regioni e che presto sarà emanato con decreto.

I numeri dei posti vacanti saranno definiti in base alla nuova rete ospedaliera.  Entro febbraio, infatti ha detto l'assessore Borsellino, saranno date alle aziende sanitarie le direttive per definire le nuove piante organiche.

Successivamente si dovranno effettuare i passaggi sindacali e si dovranno contare gli esuberi: le figure eccedenti dovranno essere riassorbite in altre strutture.

Il 50 per cento dei posti vacanti sarà assegnato attraverso lo scorrimento di graduatorie ancora valide per legge, comprese quelle di mobilità. Poi si passerà ai nuovi concorsi. “Entro maggio” ha detto l’assessore.

Ulteriori dettagli e il testo dell'accordo per la stabilizzazione dei precari saranno pubblicati sul Giornale di Sicilia domani in edicola. Si possono inviare segnalazioni e domande con un sms al 335.8783600, una mail aditelo@gds.it o sui social network del Giornale di Sicilia via twitter o su Facebook.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X