Mercoledì, 07 Giugno 2023
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Giuseppe Fiorello: "Con questo mio film racconto l'umanità e scardino gli stereotipi sulla Sicilia"
DEBUTTO ALLA REGIA

Giuseppe Fiorello: "Con questo mio film racconto l'umanità e scardino gli stereotipi sulla Sicilia"

«Con questo mio film racconto l’umanità e scardino gli stereotipi sulla Sicilia, accostata alla mafia».
Così Giuseppe Fiorello, ospite a «Da noi… a ruota libera» per presentare, il docu-film di Rai1 «I cacciatori del cielo» e il film «Stranizza d’amuri», che lo vede per la prima volta alla regia.
«Tra recensioni e critiche meravigliose qualcuno si è chiesto cosa centrassi con i gay. Questa cosa mi ha fatto pensare. Perché, in realtà, con l’umanità siamo tutti al centro, centriamo tutti con tutti, perché siamo esseri umani. Questa cosa mi ha colpito: non voglio essere specialista di qualcosa, ho sempre raccontato storie di cuore, di pancia. E, inoltre, ho raccontato anche la nascita di Arcigay, il movimento più grande per i diritti degli omosessuali, qualche mese dopo il delitto di Giarre, in Sicilia, la mia terra spesso accostata a quello stereotipo orribile che è la mafia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X