Sabato, 27 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Asta record: 35 milioni di dollari per l’autoritratto “Diego e io” di Frida Kahlo
NEW YORK

Asta record: 35 milioni di dollari per l’autoritratto “Diego e io” di Frida Kahlo

Le lacrime scorrono sul volto di Frida Kahlo e a colpi di puntate l’autoritratto «Diego e io“ della pittrice messicana vola a 34,9 milioni di dollari polverizzando due record precedenti: quello per il quadro più costoso dell’artista dopo «Due Nudi in una Foresta», battuto da Christiès nel 2016 per 8 milioni di dollari, e quello per l’opera di un artista latino-americano finora detenuto da «I Rivali» di Diego Rivera, il marito della Kahlo, che in questo quadro lei ritrae in un medaglione al centro della fronte.
Completato circa cinque anni prima di morire nel 1954 e offerto da Sotheby’s a New York, il dipinto a olio è uno degli autoritratti finali della Kahlo e un esempio di quella inquietante intimità che ha convinto collezionisti ed esperti a puntare su di lei come una delle figure più rappresentative nel panorama artistico del Novecento. L’autoritratto, su cui un anonimo aveva irrevocabilmente impegnato 30 milioni di dollari prima ancora che partisse l’asta, apre una finestra sul turbolento matrimonio con il muralista, ritratto da Frida al centro della fronte come un metaforico terzo occhio sopra quelli veri di lei da cui sgorgano le lacrime.
Quell’anno Diego si era imbarcato in una relazione con l’attrice Maria Felix: «Il quadro esprime angoscia e dolore, ma quella di stasera non è solo il massimo della vendetta: è anche la conferma del talento straordinario e del fascino globale esercitato da Frida», ha detto Anna Di Stasi, la specialista di Sotheby’s per l’arte latino-americana che ha raccolto al telefono la puntata vincente.
Un portavoce della casa d’aste ha identificato l’acquirente Eduardo F. Costantini, il fondatore del Malba (Museo de Arte Latinoamericano de Buenos Aires di Buenos Aires), che lo ha destinato alla sua collezione privata.
Frida Kahlo e Rivera si erano sposati due volte, la prima nel 1928 e poi nel 1940: lui era già un pittore famoso di 36 anni quando lei, studentessa d’arte ancora teenager, gli aveva messo gli occhi addosso. «Ho avuto due grandi incidenti nella vita: il primo quando un autobus mi ha investito, l’altro incidente è stato Diego», aveva scritto lei della tempestosa relazione. L’affare con la Felix divenne uno scandalo pubblico e sui giornali dell’epoca si disse che Diego avrebbe voluto sposare l’amante una volta divorziato da Frida: «Adoro Frida ma la mia presenza fa male alla sua salute», aveva detto il muralista. Quanto a Frida pubblicamente ci scherzava su, ma nell’autoritratto «Diego e Io» le sue emozioni sono sotto gli occhi di tutti: con la treccia usualmente ben annodata sciolta sulle spalle che sembra quasi volerla strangolare e lo sguardo velato dalle lacrime come quello di una Madonna dei sette dolori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X