Venerdì, 03 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Morto il musicista Sylvano Bussotti, tante le presenze al Teatro Massimo di Palermo
A RIDOSSO DEI 90 ANNI

Morto il musicista Sylvano Bussotti, tante le presenze al Teatro Massimo di Palermo

Firenze si stava preparando a festeggiare i 90 anni del compositore con cinque giorni dedicati alla sua vasta produzione artistica, ora la festa diventa omaggio alla memoria
musica, Sylvano Bussotti, Sicilia, Cultura
Sergio Mattarella consegna il Premio "Presidente della Repubblica" dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia per l'anno 2014 al Maestro Sylvano Bussotti

E' morto a pochi giorni dal suo 90/o compleanno il compositore Sylvano Bussotti. A darne notizia il coniuge Rocco Quaglia, la nipote Michela e le rispettive famiglie. Il Teatro Massimo di Palermo partecipa al cordoglio per la morte dell'artista.

Bussotti, nato a Firenze, da circa un paio di mesi era in cura in una residenza per anziani d Milano. E proprio Firenze si stava preparando a festeggiare i 90 anni del compositore e artista nato nel capoluogo toscano il primo ottobre 1931, con cinque giorni dedicati alla sua vasta produzione artistica, pensati per omaggiare la figura dell'artista, ma anche dell'uomo. L'evento dal titolo '90Bussotti. Ascolti e visioni su Sylvano Bussotti', in programma dal 20 al 25 settembre 2021, nell'ambito dell'Estate Fiorentina, spiegano gli organizzatori, si terrà ugualmente, a questo punto, per celebrarne la memoria.

Il cordoglio del Teatro Massimo

Il Teatro Massimo di Palermo partecipa al cordoglio per la morte di Sylvano Bussotti, compositore, artista poliedrico e uomo di grandissimo ingegno e creatività ed esprime la sua vicinanza al suo compagno di vita e di lavoro Rocco Quaglia.

"Una personalità grandissima - commenta il sovrintendente del Teatro Massimo Francesco Giambrone - un artista straordinario ed eclettico, che con sguardo acuto e anticonformista ha saputo guardare con profondità al nostro tempo, regalandoci creazioni indimenticabili nelle più diverse espressioni artistiche". "Sono molto addolorato - prosegue - mancherà molto la sua curiosità, la ricchezza dei suoi linguaggi nella musica, sulla scena e nel pensiero contemporaneo. Ci accingevamo a celebrare i suoi 90 anni ospitando nella stagione 2022 il suo allestimento storico di Simon Boccanegra di Verdi".

Tantissime le sue presenze al Teatro Massimo di Palermo e le iniziative programmate, a partire dall'omaggio alla sua attività di compositore tenutosi nel 2015, quando in collaborazione con il Conservatorio di Palermo si è tenuto un concerto per ricordare "La passion selon Sade", eseguita in prima mondiale il 5 settembre 1965 presso il Teatro Biondo per la Settimana Internazionale Nuova Musica. Ma ricordiamo anche gli spettacoli di cui aveva curato la regia al Teatro Massimo: regia scene e costumi di "Billy Budd" di Ghedini, di "Gianni Schicchi" di Puccini e del balletto "I sette peccati" nel 1969, regia per "La Cecchina" di Piccinni nel 1975, per "Otello" di Rossini nel 1980, per "La clemenza di Tito" di Mozart nel 1981, regia e scene per "La fanciulla del West" nel 1981, regia scene e costumi per "Il barbiere di Siviglia" nel 1983.

A Sylvano Bussotti, proprio in quanto simbolo eccellente di un secolo musicale, Francesco Giambrone, aveva chiesto nel 2009, in qualità di sovrintendente del Maggio Musicale Fiorentino, una composizione in prima esecuzione assoluta, da eseguirsi sotto la direzione di Zubin Mehta per l'inaugurazione del nuovo Teatro dell'Opera di Firenze e nell'ambito delle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia.

I festeggiamenti previsti per i 90 anni di Bussotti

L'iniziativa, spiega una nota, affronterà in particolare tre aspetti della molteplice attività di Bussotti: la produzione filmica e sonora, le occasioni coreografiche e il contesto storico artistico in cui il compositore fiorentino fu attivo. In programma, dunque, conferenze, proiezioni, performance, la presentazione di un libro e un concerto-coreografia.

"Una rassegna completa e variegata per riscoprire il talento di Sylvano Bussotti in occasione dei suoi 90 anni - ha detto l'assessore alla cultura di Firenze Tommaso Sacchi -. Bussotti è un artista a 360 gradi, capace di spaziare dalla pittura alla musica passando per arte scenica e coreografie, dedicandosi a cinema, televisione. Ha lasciato il segno nelle più svariate discipline, mantenendo sempre la sua cifra stilistica originale e il suo sguardo anticonformista e anticipatore dei tempi. Siamo felici all'interno dell'Estate Fiorentina di dare spazio a questa figura così importante per l'arte e la cultura della nostra città".

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X