Venerdì, 27 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura La rivelazione Dotan a Rgs: «Anno incredibile, in Italia mi sento amato»
MUSICA

La rivelazione Dotan a Rgs: «Anno incredibile, in Italia mi sento amato»

di

Ormai è conosciutissimo in tutta Europa, ma il grande successo lo ha raggiunto proprio in Italia: lui è Dotan, cantautore olandese polistrumentista dai natali israeliani e la voce gentile, famoso nei Paesi Bassi dove ha collezionato dischi di platino e primi posti in classifica: ma proprio di recente è stato incoronato Miglior artista & songwriter dell’anno, Miglior artista maschile per tre anni consecutivi in Olanda; disco di platino e tra i 10 migliori album olandesi di sempre col suo disco di debutto, quattro singoli e dieci dischi d’oro con oltre cento milioni di streaming globali. «Ma è un periodo difficile per tutti noi che ci occupiamo di musica e spettacolo - confessa Dotan ai microfoni di Rgs, intervistato da Marina Mistretta (l’intervista in onda oggi alle 17,10) -. E nonostante tutte queste difficoltà, per me questo è stato un anno incredibile: il nuovo singolo si sta affermando ovunque. E proprio qui da voi mi sento veramente molto amato».

Dotan è esploso in Italia grazie al successo clamoroso della hit Numb - scritta a Los Angeles con Neil Ormandy (James Arthur, Dean Lewis) e Tim Randolph (Imagine Dragons), prodotto da Martin Wiklund e mixato dal vincitore del Grammy John Hanes (Ariana Grande, Lorde, Beck) – poi seguito da No Words; oggi con venti milioni di streaming su Spotify , numero uno su Shazam e Top 10 EarOne Airplay per 6 mesi consecutivi, è tra gli artisti europei più seguiti. La sua musica introspettiva e intima, unita ad una voce aggraziata, ha saputo contagiare il pubblico. Dotan parla ai più giovani, alla gente alle prese con problemi.

«L’unica strada per trovare una via d’uscita - racconta il giovane cantante - è quella di affrontare il problema di petto. Solo così ognuno di noi potrà sentirsi veramente realizzato».

Il nuovo singolo “minaccia” di ottenere lo stesso successo: There Will Be a Way è una ballad introspettiva, una musica che parte da dentro. «Ogni canzone è un modo per raccontarmi, per permettere a chi mi ascolta, di entrare nel mio mondo».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X