Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
RADIO E TV

Antonacci-Pausini, oggi e domani su Rgs e Tgs: "Siamo affiatati come i Pooh"

di

È una tournée che sa di evento. Due grandi amici, lei ai vertici internazionali da anni, soprattutto nei paesi dell'America Latina, lui bel cantautore che ha regalato proprio alla collega singoli da primi posti in classifica seguiti dai più prestigiosi riconoscimenti dell'industria musicale. Decidono, organizzano, partono. E il pubblico li aspetta. Laura Pausini e Biagio Antonacci parlano del tour ai microfoni di Rgs, raccontando anche come sarà il concerto siciliano del 27 luglio, quello in programma allo stadio San Filippo di Messina.

Dopo i ponti di Pasqua e del Primo Maggio, l'intervista ai due cantanti inaugura la stagione primaverile dello «Speciale Weekend», la trasmissione che anticipa i grandi eventi dell'estate musicale in Sicilia. Nel corso delle prossime settimane saranno in onda altri cantanti come Luciano Ligabue, in concerto a Messina il 17 giugno, Francesco Renga e Francesco De Gregori, rispettivamente il 13 e 14 giugno al Teatro Antico Taormina (e De Gregori anche a Palermo il 25 luglio) e ancora Fiorella Mannoia e Daniele Silvestri. Sarà possibile ascoltare tutte le puntate su Rgs ogni sabato alle 9 e la domenica in replica alle 19 ma sarà anche possibile vederle la domenica sera alle 21,40 su Tgs e on demand in ogni momento sul sito gds.it. Nel primo appuntamento in onda questo fine settimana i due divi della musica italiana si raccontano definendosi «due pazzi», due artisti «bravini che mettendosi insieme diventano bravissimi», come afferma Antonacci.

Com'è nata l'idea di un «Laura e Biagio Stadi Tour»?

Pausini: «Noi abbiamo avuto la fortuna di conoscerci tanti anni fa e, senza saperlo, allora dovevamo già capire che c'era qualcosa che ci univa. Nel corso degli anni ci siamo scritti, visti, confidati delle cose personali che ci hanno reso sempre più amici, e questo ci ha portato a desiderare di stare un po' più di tempo insieme».

Antonacci: «Laura è la sorella che avrei tanto voluto da bambino, ma che non è mai arrivata. Lei invece desiderava un fratello più grande. Alla fine ci siamo trovati e non potevamo non portare il nostro sodalizio sul palco».

Antonacci ha scritto brani famosissimi di Laura come «Tra te e il mare» e «Vivimi». Il singolo che fa da apripista a questa avventura, «In questa nostra casa nuova», rappresenta la prima volta in cui scrive un brano per un vostro duetto?

Pausini: «In realtà lui mi ha fatto ascoltare questa canzone in un pomeriggio che abbiamo trascorso insieme per parlare del tour. Mi ha fatto sentire varie canzoni che aveva in cantiere per il suo prossimo disco da solista. Quando ho sentito questa canzone, gli ho chiesto se fosse intenzionato a cantarla da solo e l'ho convinto a registrarla insieme subito senza dovere aspettare fino all'uscita del suo album».

Antonacci: «Ormai Laura e io siamo come una premiata ditta, lei parla già di quando avrò un nuovo disco “da solista” come se fossimo insieme da anni. Come i Pooh».

Pausini: «In realtà siamo come Lady Gaga e Bradley Cooper».

Com'è nato questo scambio tra voi?

Antonacci: «Tutto è cominciato al Festival di Sanremo 1993, quando gareggiavamo in categorie diverse, io per la prima volta tra i big mentre lei debuttava con “La solitudine”. Quando l'ho vista sul palco per la prima volta sono rimasto talmente impressionato che ho deciso di di scriverle un telegramma il cui testo era “sei la più brava, vincerai tu”. E così è stato».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X