Lunedì, 27 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura La Sicilia pronta a ballare sulle note di Gabbani: concerti a Palermo e Zafferana Etnea
LE DATE

La Sicilia pronta a ballare sulle note di Gabbani: concerti a Palermo e Zafferana Etnea

PALERMO. Francesco Gabbani sarà da domani in Sicilia per due date del suo tour estivo: Palermo (28 luglio) e Zafferana Etnea (29 luglio).

La Sicilia è pronta a ballare sulle note delle hits del vincitore di Sanremo 2017 e protagonista indiscusso dell’airplay.

Domani al Teatro di Verdura di Palermo è prevista la prima delle due date siciliane del fortunatissimo tour estivo, organizzato da International Music and Arts e sabato (29 luglio) si replica all’Anfiteatro Falcone e Borsellino di Zafferana Etnea.

La prevendita per le due date siciliane, organizzate da Show Biz con la collaborazione di Puntoeacapo per la data di Zafferana Etnea, è andata oltre le previsioni e rimangono disponibili gli ultimi biglietti per entrambe le date.

Francesco Gabbani presenterà dal vivo il nuovo lavoro, uscito il 28 aprile scorso che contiene anche “Occidentali’s Karma”, brano vincitore del Festival. Il Tour, dopo le date di Palermo e Zafferana Etnea, sarà il 2 agosto a Pescara, il 9 agosto ad Alassio, l’11 agosto a Forte dei Marmi, il 18 agosto a Lecce, il 19 agosto a Caulonia Marina (Rc) ed il 25 agosto a Castagnola delle Lanze.

Francesco Gabbani (Voce e Chitarra) sarà accompagnato, sul palco, da Filippo Gabbani (Batteria), Lorenzo Bertelloni (tastiere), Giacomo Spagnoli (basso) e Davide Cipollini (chitarra).

Il successo di Francesco Gabbani è iniziato lo scorso anno dal palco dell’Ariston dove ha ricevuto il Premio della Critica Mia Martini (nella sezione giovani) e il Premio Sergio Bardotti per il miglior testo del Festival (nella sezione giovani e big) oltre che vincere la 66° edizione del festival di Sanremo nella sezione nuove proposte con il brano “Amen” poi diventato disco di platino. È tornato quest’anno su quel palco con “Occidentali’s Karma”, una scimmia ballerina, tanta ironia, tanta voglia di giocare, far ballare ma anche far pensare. La scelta è piaciuta al pubblico e alla critica e Francesco ha vinto anche tra i big la 67° edizione del Festival di Sanremo.

Una vittoria da record se si pensa che è la prima volta in assoluto che un artista vince consecutivamente prima nella sezione giovani proposte e poi big. Nell’84 Eros Ramazzotti aveva vinto la sezioni giovani proposte con “Terra Promessa”, ma solo nell’86 vince tra i big con “Adesso tu”. Lo stesso vale per Arisa che vince tra i giovani con “sincerità” nel 2009 e solo nel 2014 vince tra i big con “controvento”.
Anche nelle due date siciliane il pubblico è pronto a scatenarsi sulle note di “Occidentali’s karma”, definita dalla critica un tormentone di successo e una canzone che fa ballare tutti. Un brano pop elettronico che nasconde una doppia personalità. Dietro una melodia pop accattivante e una ritmica coinvolgente, cela infatti un invito a riflettere sul nostro modo di vivere. “Occidentali's karma” - ha spiegato Gabbani - “è una sarcastica riflessione sul goffo tentativo di noi occidentali di ricercare la serenità tramite discipline orientali, per poi scoprire che, spogliati dalle sovrastrutture occidentali o orientali che siano, siamo tutti delle scimmie nude”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X