Domenica, 18 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Vallesi tra classici e inediti: "Metto un punto sul passato e vado avanti"
IL NUOVO ALBUM

Vallesi tra classici e inediti: "Metto un punto sul passato e vado avanti"

MILANO. Passato, presente e futuro di Paolo Vallesi si incontrano nell'album 'Un filo senza fine', uscito il 12 febbraio ed entrato subito al 31esimo posto della classifica Fimi.

Dopo aver presentato fuori gara a Sanremo 'Pace' con Amara, brano che apre il nuovo lavoro, il cantautore toscano ha voluto tirare le fila di una carriera e guardare oltre con un disco che lo vede affiancato da un'orchestra sinfonica tra brani inediti e classici reinterpretati.

Classici come 'La forza della vita', che festeggia il suo 25esimo anniversario dal debutto proprio al Festival:

«Anche se l'arrangiamento originale era un po' datato, contiene qualcosa di particolare, e per questo non ci ho mai messo le mani - racconta Vallesi -. Da poco ho ricevuto un attestato Siae che la certifica come evergreen per essere stata pubblicata in oltre 80 Paesi e tradotta in tante lingue: far parte del repertorio di classici italiani è un onore, e allora volevo celebrarla insieme con 'Le persone inutili' con un arrangiamento orchestrale. Per me è il non plus ultra di come le posso eseguire, le colloca fuori dal tempo: è come se ci avessi messo un punto davanti».

In questo senso anche la nuova versione di 'Grande' fa i conti con il passato:

«Riarrangiare questi brani mi permette di ripensare a come li ho vissuti e percepiti negli anni: grazie al successo spagnolo e sudamericano del duetto con Alejandro Sanz ho sempre legato questa canzone a quei suoni, e ascoltando il pezzo di Shakira per la colonna sonora di 'Zootropolis' ho pensato che sarebbe stato divertente rivisitarla con coretti e ukulele».

Tra gli inediti Vallesi cerca poi di equilibrare la presenza orchestrale e un suono più contemporaneo, come 'Un filo senza fine' e 'In questo mondo', che riprendono anche i temi di attualità anticipati da 'Pace':

«L'idea della title-track è nata quando ho visto un politico in tv che brandiva una pistola: dentro alludo anche all'Isis, perchè ogni violenza genera violenza».

Se queste canzoni mostrano il Vallesi futuro («Non aspetterò altri 10 anni per il prossimo album!») altri inediti come 'I miei silenzi' e 'A guardarti divento' mostrano invece un pop più meditativo:

«Sono le tracce a cui tengo di più, sono io allo stato puro: le ho volute alla fine proprio per creare l'attenzione necessaria nell'ascoltatore più curioso».

L'album ospita inoltre una cover di Ivano Fossati, 'Una notte in Italia':

«Questo brano fu uno di quelli che mi convinse a fare musica: per questo l'ho voluto inserire appena prima dei miei classici che per alcuni hanno avuto un simile effetto».

Il nuovo tour di Paolo Vallesi partirà a giugno, ma tra aprile e maggio il cantautore si ritroverà sul palco di nuovo con Amara per 8 date in coppia ancora da annunciare:

«La nostra collaborazione, nata per caso a un concerto di beneficenza a Prato lo scorso giugno, è diventata un'amicizia: un mese dopo quell'incontro mi propose 'Pace'. Speravamo di entrare anche noi tra i concorrenti, ma devo dire che tornare a Sanremo non in gara è stato quasi rilassante!».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X