Venerdì, 27 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura «Meraviglioso»: su Tgs è partito alla grande il nuovo show di Salvo La Rosa
TELEVISIONE

«Meraviglioso»: su Tgs è partito alla grande il nuovo show di Salvo La Rosa

di
Ieri sera la prima puntata del nuovo programma dal Teatro Abc di Catania con il presentatore accompagnato dal fido Enrico Guarneri nei panni di Litterio

PALERMO. «D' un tratto/ qualcuno alle mie spalle/forse un angelo/vestito da passante/ mi portò via dicendomi/ così: «Meraviglioso/ma come non ti accorgi/ di quanto il mondo sia/ meraviglioso./ Meraviglioso/ perfino il tuo dolore / potrà apparire poi meraviglioso/».È inutile tirare in ballo «mai occasione fu più propizia»: la canzone di Domenico Modugno rifatta dai Negramaro e cantata da Giuliano Sangiorgi è quanto di più adatto ci potesse essere per il battesimo del «nuovo» Salvo La Rosa e del suo Meraviglioso. Non è che sia diverso dal vecchio, questo no, ma è lo stesso conduttore a «salutare» gli splendidi anni passati ad Antenna Sicilia con Insieme, per avviare questa sua nuova avventura. Iniziata, tra l' altro, ieri sera proprio su Tgs: e per non farsi mancare nulla, Meraviglioso cantata in diretta da Sangiorgi.
Ieri quindi, la prima puntata che ha già registrato il pienone di pubblico che ha affollato il teatro ABC di Catania, da cui viene mandata in onda: Telegiornale di Sicilia l' ha mandata in onda dalle 21 e così farà per le prossime cinque puntate programmate, ogni martedì, poi in replica lo stesso giorno a mezzanotte.
Salvo La Rosa ha recuperato il format stravincente di Insieme, ma lo ha reso più leggero, più scorrevole, più moderno. Complice anche l' altra metà della mela, ovvero quel Litterio senza cui al trasmissione non potrebbe andare in onda. Perché il buon personaggio creato da Enrico Guarneri è il degno contraltare del corretto conduttore di scuola «bau diana»: pasticcione, intruso autorizzato, ammazzacaffè. E anche per questa prima serata, non ha lasciato spazio: povero Salvo, lui non lo sa, ma gli stanno facendo un favore, una puntatina di rispetto, tanto per farlo sentire a casa, ma non farà altro, in questo teatro devono farci un discount... Puntata dopo puntata, Litterio troverà sempre un modo per guadagnare la scena da solo - ieri sera ha invitato La Rosa ad andarsi a cambiare perché era sudato- ma riceverà telefonate di chi, dall' esterno, lo inviterà a dare al conduttore l' ultima chance. Prima chiamerà la moglie di Salvo La Rosa, poi Pippo Baudo (che ieri sera ha voluto fare gli auguri alla trasmissione) poi Renzi, poi Crocetta... insomma, si vedrà, ogni sera tutto può succedere.
Ma torniamo alla trasmissione: ospite d' onore, proprio Giuliano Sangiorgi che ha raccontato lo stretto legame che lo salda a Caltanissetta, città di suo padre. Piano e voce, Giuliano ha anche interpretato alcuni brani, un assaggio dei due concerti che con i suoi Negramaro lo vedranno il 26 luglio allo Stadio delle Palme a Palermo e il 27 al Teatro Antico di Taormina. «Annuso l' odore della Sicilia dappertutto - ha detto Sangiorgi- e allora mi sento a casa».
Ospiti della puntata, Mario Incudine con Antonio Vasta alla fisarmonica, il comico Giuseppe Castiglia, i «violinisti in jeans» Angelo Di Guardo e Antonio Macrì e i Soldi Spicci con due pezzi celebri, l' esilarante dialogo tra Barbie e Ken, e il «sesso» delle parole.
Al fianco di Salvo La Rosa, ha condotto la serata Ramona Risina, che si è mossa a suo agio nella scenografia «modello Sanremo» studiata da Lorenzo Tropea, seguendo le note del regista Luca Alcini. La produzione è tutta siciliana, del giovane trentenne Francesco Grasso.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X