Martedì, 01 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Peppe Servillo all'Agricantus di Palermo
CITTA' DA VIVERE

Peppe Servillo all'Agricantus di Palermo

di

PALERMO
Da sentire
Oggi alle 21,30 al teatro Agricantus sul palco ci saranno Javier Girotto, Natalio Mangalavite e Peppe Servillo. Biglietti 21-18 euro.

Appuntamenti
Oggi dalle ore 15,30 alle ore 17, presso il Centro Sperimentale di Cinematografia (Cantieri Culturali alla Zisa, via P. Gili 4 – Palermo) nell’ambito di Efebo Corto festival 2015 sarà tenuto un workshop dal titolo “La formazione nel Cinema”, a cura di Ivan Scinardo, direttore della sede siciliana del Centro. Dalle ore 17 alle ore 19,30, invece, presso la Residenza Universitaria San Saverio (via G. di Cristina, 7 – Palermo) si svolgerà un fitto programma culturale. Si inizierà con la presentazione del libro “Stai zitta e và in cucina” (storia del maschilismo in politica da Togliatti a Grillo) del giornalista di Sky TG24 Filippo Maria Battaglia, con l’intervento della presidentessadell'ANDE (Associazione Nazionale Donne Elettrìci) di Palermo, Paola Catania Triscari, e della giornalista Simona Mafai. Seguirà la presentazione della web series War’s Sunrise “La guerra cambia le persone o le rivela”, regia di Rosalia Le Calze. Il corto è di genere drammatico, un film di soli uomini girato da sole donne e la guerra è uno scenario di fondo, mentre la storia s’incentra tutta sul background dei personaggi. La guerra come male indiscusso, sia per chi la fa che per chi la subisce. I personaggi cambiano o si rivelano, dall’essere ragazzi semplici e valorosi si trasformano in ciò che nemmeno loro immaginavano di essere. In un contesto brutale come quello della guerra, la bestialità dell’uomo viene fuori affogando ciò che gli resta di buono. La serata prevede pure la proiezione di tre cortometraggi realizzati da artisti siciliani: “Caso x”, di Manuela Di Pisa prodotto da Associazione Ownair; “In Itinere”, di Giulio Spatola; “Nell’aria”, di Gaetano Di Lorenzo. Ingresso libero.
-
Un piano contro la dispersione scolastica a Borgo Nuovo, per contrastare il disagio sociale rivolto a circa 300 ragazzi che frequentano il quinto anno della scuola primaria e le prime due classi delle medie e delle superiori. Oggi a partire dalle 15,30 all'ICS "Russo-Raciti" verrà fatto il punto della situazione con la presentazione dei dati sull'abbandono scolastico nel quartiere e sui progressi ottenuti attraverso il percorso cominciato con l'attività di “Proprietà Transitiva”, progetto con il sostegno di “Fondazione per il Sud”, indirizzato a bambini e ragazzi a rischio, alle loro famiglie e alla formazione dei docenti. Accanto al dibattito sulle risorse e le criticità del quartiere saranno anche mostrati i murales realizzati dagli studenti di Borgo Nuovo, i laboratori e il lavoro svolto dagli operatori.

Tempo di Natale
Oggi alle 21 al conservatorio Vincenzo Bellini, nella sala dei concerti si esibirà l’Orchestra sinfonica Vincenzo Bellini diretto da Carmelo Caruso per il Concerto di Natale. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
-
Nei locali delle ex Scuderie di Villa Niscemi, si è possibile visitare la mostra di presepi provenienti da tutto il mondo, promossa dal Centro studi "Paolo Borsellino". La mostra sarà visitabile da oggi al 31 gennaio 2015, dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 nei giorni feriali. Dalle 10.00 alle 13.00 le domeniche e i festivi. L'iniziativa, con il patrocinio del Comune di Palermo, della Consulta delle Culture e con il supporto della Direzione Generale per lo Studente del MIUR, è realizzata con il contributo dell'Istituto Penale per Minorenni di Palermo (che partecipa con un presepe realizzato nel corso di un laboratorio artistico, coordinato dall'architetto palermitano Antonietta Filangeri), del Centro "Santa Chiara" di Palermo, del Liceo artistico "E. Catalano" di Palermo (con un'installazione artistica contenente una riproduzione della Natività di Caravaggio, trafugata dalla mafia dall'oratorio di San Lorenzo nel 1969), del Liceo "Regina Margherita" di Palermo, dell'Istituto Alberghiero "I. e V. Florio" di Erice (Tp), dell'Istituto Alberghiero "Paolo Borsellino" di Palermo (con i panettoni artigianali che verranno offerti dopo la cerimonia di inaugurazione), dell'Istituto Comprensivo "Amari-Roncalli-Ferrara" di Palermo (con un presepe che rappresenta tutti i popoli del mondo e che è realizzato interamente con materiale di riciclo), dell'Istituto Comprensivo "Perez-Madre Teresa di Calcutta" di Palermo (con le bandiere delle nazioni del mondo), della Direzione Didattica Statale "Nicolò Garzilli" di Palermo (con l'Albero immigrato, realizzato con materiali di riciclo), dell'Ist. Com. "Alcide De Gasperi" (con un presepe interculturale).
-
Abbigliamento pesante, gambe strette per rimanere in equilibrio e pattini con le lame ben salde ai piedi. Non serve nient’altro per divertirsi a “Palermo on ice”, la pista su ghiaccio che riapre i battenti per il quarto anno consecutivo all’interno del pattinodromo comunale del Giardino Inglese (ingresso diretto da via Duca della Verdura, oppure da via Liberta, o da via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa). Uno spazio grande oltre 800 metri quadri (la pista ne occupa più di 600) e coperto da una tensostruttura, dove bambini, adulti, adolescenti e gruppi di amici potranno divertirsi con salti e piroette improvvisate, cercando così di imitare le performance dei campioni. E dopo il successo dello scorso anno, torna l’albero con le luci a led, che si estenderanno a tutto il tetto. A chi vorrà scivolare saranno forniti dei pattini con le lame su misura (necessari per muoversi e mantenere l’aderenza sul ghiaccio) e calze monouso con cui ci si potrà muovere liberamente lungo la pista, supportati, se si vorrà, dall’aiuto di maestri esperti che terranno anche lezioni su come scivolare in tutta sicurezza. Un punto di ritrovo per famiglie, che potranno qui rilassarsi e svagarsi grazie ai numerosi servizi offerti. L’intera struttura di “Palermo on ice” punta all’ecosostenibilità ed è costruita con materiali in legno e riciclabili La pista rimarrà aperta ogni giorno fino al 30 gennaio dalle 10 a mezzanotte. Nel corso delle settimane non mancheranno degli appuntamenti speciali. L’ingresso costa 5 euro per chi vorrà pattinare mezz’ora, 7 per un’ora di giri sul ghiaccio. A queste cifra si somma un euro per chi vuole pattinare servendosi dei supporti per scivolare senza fare fatica.
-
Fino al 6 gennaio sarà allestito il Mercato di Natale di via Praga 46. Sarà possibile acquisare idee regalo e oggetti per la decorazione. Gli stand saranno aperti dalle 10 alle 24. Ingresso libero.
-
Un percorso suggestivo che non si dimentica. Un’atmosfera unica per festeggiare il Natale. Per la prima volta a Palermo un presepe vivente recitato che unisce tradizioni religiose e tradizioni del territorio.Attori e comparse si caleranno nei panni di antichi romani, pastori e artigiani, del tempo di Betlemme. Si tornerà indietro nel tempo. La mangiatoia, il fieno, la paglia, l’asino, il bue, nelle scene che compongono la storia fino ad arrivare alla grotta della Natività, dentro una cornice che lascia senza parole. E’ il presepe vivente realizzato dagli attori della compagnia teatrale “Il Tesoro Ritrovato”, diretto da Giovanna Allotta. Una suggestiva ambientazione con le botteghe degli antichi mestieri, il mercato con i prodotti tipici, l’asino, il bue, le caprette, le galline e altri animali che contribuiranno a rendere magica l’atmosfera. Un lavoro preciso che ha curato anche i minimi dettagli, al fine di restituire una ricostruzione il più fedele possibile al periodo storico rievocato. Un modo per il pubblico, e soprattutto per i bambini, di riscoprire le radici della nostra terra, conoscere mestieri dimenticati, rivivere tradizioni antiche. Uno spettacolo aperto a tutti, dedicato in particolare ai bambini e alle famiglie che saranno letteralmente catapultati nello spazio e nel tempo in cui nasceva Gesù. La storia che sarà descritta, raccontata e recitata durante tutto il percorso farà emergere la figura di Maria nel suo essere donna, essere umano come tutti capace di provare paura, sofferenza, dolore, ma anche gioia, sollievo e fiducia in Dio. La rievocazione della nascita di Gesù verrà riproposta all’interno del padiglione 20 della Fiera del Mediterraneo, in occasione della Fiera di Natale organizzata da Medifiere, il cui ingresso sarà gratuito. “Natale in Fiera” e il Presepe vivente saranno aperti al pubblico tutti i giorni dal 12 al 20 dicembre dalle ore 16 alle 23. A coloro che vorranno partecipare al presepe vivente, sarà richiesto un contributo di euro 2,50 (per i bambini sotto i 10 anni l’ingresso al presepe vivente sarà gratuito) che sarà devoluto all’associazione di disabili “Il Tesoro Ritrovato” e all’associazione Anirbas, che da tempo si occupa dei senzatetto della città.

A teatro
Oggi e fino al 20 dicembre al teatro Biondo di via Roma arriva lo spettacolo “Verso Medea”, di Emma Dante. Appuntamento oggi alle 21.00, domenica alle 17.30, martedì alle 21.00, mercoledì e giovedì alle 17.30, venerdì e sabato alle 21 e domenica 20 alle 17.30. Biglietti 32-11 euro.
-
Oggi alle 21 al teatro Politeama di Palermo arriva lo spettacolo dello Showman Rosario Fiorello “L’ora del Rosario”.

Da vedere
Nella sala delle Armi dello Steri è in corso fino al 19 dicembre la mostra multimediale “Unescosites”. I monumenti siciliani patrimonio dell’Umanità sono visitabili con gli artglass. Dal martedì alla domenica dalle 9,30 alle 19,30 . Biglietti 3-7 euro.
-
Al teatro Biondo fino al 31 dicembre ci sarà la mostra “Facevano teatro – Cimeli e memoria dai teatri palermitani della Belle Epoque”. In esposizione abiti, biglietti e locandine provenienti dalla collezioni private di Umberto Cantone, Roberto Lo Sciuto e Aldo Maria Caruselli e dal museo del costume di Mirto. Da martedì a domenica nelle ore 10-13 e 16-19.
-
Al Tepidarium dell' Orto Botanico di via Lincoln è possibile visitare la mostra fotografica Dalla parte dell' Orto che raccoglie trenta scatti di Giovanni Pepi dedicati al sito accademico, a due passi dalla sede del Giornale. L’allestimento è visitabile fin oltre l' Epifania, ad ingresso libero negli orari di visita dell' Orto Botanico.
-
Torna al Castello a mare di Palermo, il pittore palermitanoFrancesco Anastasi con una mostra composta da 21 tele che durerà per tutto l’autunno. Ingresso gratuito da via Filippo Patti 2.
-
A Palazzo Sant'Elia di via Maqueda è possibile visitare la mostra che raccoglie le ottantasei opere della collezione della Banca Popolare di Vicenza visitabile fino a mercoledì 6 gennaio da martedì alla domenica dalle 10 alle 18,30, tranne giorni festivi. Le opere sono di Filippo Lippi, Giovanni Bellini, Jacopo Bassano, Tintoretto, Caravaggio, Tiepolo. Ingresso libero.
-
Villa Zito (via Libertà 52) riapre le porte e si trasforma in una grande pinacoteca di circa mille metri quadrati di sale espositive, disposte su tre piani. I visitatori potranno scoprire le opere più rappresentative della collezione pittorica della Fondazione Sicilia. Tele di grande valore, realizzate tra ‘600 e ‘900, dai più grandi maestri della storia dell’arte italiana. Il tutto è frutto del recupero dei pezzi dell’ex Banco di Sicilia, riottenuti dalle diverse filiali; e da altri, provenienti dal patrimonio della ex Cassa di Risparmio Vittorio Emanuele per le province siciliane. Orari: martedì e giovedì, sabato e domenica 16/20, mercoledì e venerdì, 10/14. Biglietti: 5/3 euro.

CATANIA
Tempo di Natale
A Catania Zampognarea è possibile visitare la mostra multimediale di strumenti musicali e fotografie, la cui 12esima edizione è in programma al Teatro Machiavelli (Piazza Università, 16), dal 12 al 30 dicembre 2015. Curata da Maurizio Cuzzocrea, musicista e studioso di strumenti tradizionali, prevede concerti, proiezioni video e visite guidat Per i visitatori lo spettacolo inusuale di una “Novena Animata”, sulla traccia delle tradizionali nenie che gli zampognari eseguivano prima di Natale per strada, davanti alle “cone” (le icone sacre), e davanti ai presepi nei salotti privati. La Novena Animata di Zampognarea coinvolgerà i manianti di Cartura – con pupi e burattini di carta – e un gruppo di musicisti che ne curerà la colonna sonora: Franco Barbanera (fiati e zampogna), Enrico Grassi Bertazzi (tamburi) e lo stesso Cuzzocrea (tamburi, pipita e voce). L’edizione 2015 di Zampognarea propone un’inedita sinergia fra imprenditori culturali, videomaker, artisti della cartapesta e del teatro delle marionette, zampognari provenienti da Maletto, dai comuni messinesi dei Nebrodi e da Acireale, studiosi di strumenti antichi e band impegnate nella ricerca di frammenti e brani della tradizione musicale orale, sia siciliana che dei paesi del Mediterraneo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X