Venerdì, 30 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura "Concerto anni 80... e non solo", Nino D'Angelo al teatro di Verdura
CITTA' DA VIVERE

"Concerto anni 80... e non solo", Nino D'Angelo al teatro di Verdura

di
Stasera alle 21.30 a Palermo. Uno spettacolo realizzato grazie a un lavoro di produzione che rievocherà il periodo dei primi grandi successi del cantautore napoletano

PALERMO

Da sentire

Stasera alle 21,30 al Teatro di Verdura salirà sul palco Nino D’Angelo accompagnato dalla sua band. Il suo "Concerto Anni '80... e non solo", realizzato grazie ad un importante lavoro di produzione rievocherà il periodo dei primi grandi successi del cantautore napoletano, quello del “caschetto”, quando canzoni e  film, legati alle hit, lo resero uno dei più importanti artisti dell’entertainment nazionale e tra i più famosi personaggi italiani nel mondo. Un concerto nel quale Nino D’Angelo rievocherà quegli anni ’80, ma non solo, perché Nino darà spazio anche a brani anni ’90 e a quelli più recenti. Lo accompagnano Massimo Gargiulo (piano e tastiere), Agostino Mennella (batteria), Guido Russo (basso), Franco Ponzo (chitarre), Mimmo Langella (chitarra elettrica) e Milly Alcolese (voce).

-

Da oggi a domenica, si svolgerà a Collesano una Maratona artistica, nell’ambito della Settimana dell’Amicizia. Oggi djset per 42 ore, 19 minuti e 50 secondi; ritorna il trenino della Settimana dell’Amicizia per i bambini; alle 10 partenza da piazza Mazzini, con accensione da parte dei bambini della Fiaccola dell’Amicizia che segna l’inizio della Maratona; alle 10,30, torneo di tennis; alle 11,30, battesimo della sella; alle 14, giochi per bambini; alle 16 baby bike show, gioco dell’oca, spettacolo per bimbi di Marco Paoli; alle 20, visita guidata nel centro storico; alle 22, spettacolo di danza, alle 24, cabaret con Marco Paoli. si Continua domani; alle 6 dimostrazione mungitura e visita guidata. Mostra-mercato e degustazione di prodotti tipici.

-

Stasera alle 22 sotto il Nautoscopio sul Foro Italico, concerto del trio vocale al femminile Le Morgane. Le tre ragazze, ormai diventate un vero fenomeno musicale siciliano, sbarcano per la prima volta al Nautoscopio con il loro effervescente repertorio fatto di pop internazionale e cantautorato italiano, una vera e propria festa della musica. Alessandra Ponente, Cinzia Gargano e Barbara Tutrone hanno sviluppato uno stile tutto loro, che piace molto al pubblico; saranno accompagnate da Davide Molino alla chitarra e da Bartolo Costanzo alle percussioni. Ingresso libero.

-

Appuntamenti

14 comuni per “Un territorio da amare”: da oggi a fine settembre il G.A.L. Metropoli Est celebra il lavoro svolto con un calendario fitto di appuntamenti, oltre 100 artisti coinvolti, mostre e spettacoli. Un modo coinvolgente per raccontare la riappropriazione di luoghi suggestivi, beni restaurati, per scoprire la valorizzazione e promozione degli itinerari rurali, i sapori e le arti del territorio. Si inizia oggi al castello di Mezzojuso con una rievocazione storica: un percorso fra il sacro e il profano che inizierà dal Castello con uno spettacolo in multivisione, per raccontare con suoni e colori le tradizioni di Mezzojuso e che poi si snoderà in una passeggiata alla scoperta del patrimonio artistico e architettonico.

-

Stasera alle 21,30 in piazza Orlando a Casteldaccia, in occasione della festività del Santo patrono, il comitato festeggiamenti San Giuseppe con il patrocinio del Comune di Casteldaccia ha organizzato “Luci della ribalta”, uno spettacolo di danza, canto, recita e ballo. Conduttori della serata saranno Vita Alba Parrino e Vito Di Domenico. Direzione artistica di Vito Di Domenico con la collaborazione di Giusy Calò e Giusy Manzella. Le manifestazioni che rientrano nel programma dei festeggiamenti organizzato dal paese, saranno tutte ad ingresso libero.

-

Nell’ambito di “Un’estate con SiciliAntica” , oggi alle 9,30 viaggio nell’archeologia industriale sulle Madonie. E’ obbligatoria la prenotazione. La visita sarà guidata da Giuseppe Biundo. La statale 290 per Alimena, è la strada dell’archeologia industriale, visto che tocca le aree di Corvillo con la miniera di sali potassici oggi chiusa e le strutture come il castelletto e i capannoni industriali per la lavorazione del minerale, le zolfare di Gaspa, Gaspa la Torre, Agnelleria. Luoghi di estrazione, raccolta, produzione come le miniere di zolfo e di sali potassici e quelle di salgemma di Salinella e Strittu du Satu.

-

A teatro

Stasera alle 21,30 nell’isola pedonale dell’Agricantus (via XX settembre) dove resterà fino al 13 settembre, va in scena “Ci vuole il vento in chiesa” di Ernesto Maria Ponte e Salvo Rinaudo, musiche di Tony Greco. Un uomo pur di non fare naufragare il proprio matrimonio farebbe di  tutto, ma a tutto c’è un limite e non bisogna esagerare. Un’analisi comica della coppia moderna che cerca di rispondere alle domande: cosa porta alla separazione? Riusciranno i due a ritrovare un’armonia civile dopo la fine del rapporto? Un uomo abbandonato riuscirà a ricostruire la propria vita? Biglietti: 15/13 euro.

-

Per il Valdemone Festival, a Pollina, “angoli di poesia" dalle 17; Fausto Barile, un personaggio fantastico che nasconde dentro di sé qualcosa di speciale; la Fabiola, marionetta terribile alta 85 cm, dolce, irascibile e con la forza disarmante di un clown. “Poom Cha” di Lorenzo Gianmario Galli, tra musica eccentrica e strumenti strani. Alle 18 in piazza San Giuliano, lo Sconcerto d’amore di Nando e Maila,  Rolando Rondinelli con “Tip Tap Pum”. Alle 22,30 al Teatro Pietrarosa, gli Esquerdes Cia Hotel Iocandi, una giovane compagnia di circo spagnola. Chiude il concerto dei Babil On Suit.

-

Stasera alle 21,15, e in replica fino a domenica, a Villa Pantelleria (vicolo omonimo) ritorna in scena “I sogni son desideri” percorso musicale e di parole nelle favole più belle: da Aladin a Cenerentola, da Pinocchio a Frozen, da La Bella e La Bestia a La Sirenetta. Giulio é un bambino che ama la tecnologia ma un giorno, stanco dei videogiochi, apre una scatola e trova un libro di favole che piano piano si materializzano in scena, con i loro racconti, i personaggi, le musiche. Regia di Lollo e Santina Franco, testo di Nicola Franco, movimenti di Tiziana Taormina. In scena la compagnia stabile. 10/7 euro.

Da vedere

Stasera alle 17,30 nell’ex convento dei Cappuccini di Geraci Siculo si apre la collettiva “Montagne d’arte”, organizzata dal Comune nell’ambito del progetto comunitario I ART (capofila il Comune di Catania). L’esposizione è curata da Giuseppe Antista e raccoglie le opere di 20 artisti sul tema dell’identità siciliana attuale; oltre 50 le opere esposte, che spaziando tra pittura, grafica, scultura e istallazioni, sperimentano linguaggi innovativi e danno un volto nuovo alla cultura figurativa contemporanea. La mostra sarà visitabile fino al 12 settembre, martedì-domenica 9/13 e 16/20. Proiezione del video di Michele Piccione “Pani e paradisu” sulla processione del SS. Crocifisso a Geraci.

-

Stasera alle 21,30, presso la sala espositiva del Margaret Cafè di Terrasini in via Madonia 93, si inaugura la mostra di pittura intitolata "Metamorfosi" di Evelin Costa e Pino Manzella. Una serie di quadri che secondo diverse sfaccettature rappresentano la metamorfosi, simbolo della trasformazione e della complessità del reale. Diverse interpretazioni del tema a partire dal mito, dalla letteratura e da una osservazione critica della realtà. Ironia, fantasia, sogno, stupore come strumenti per affrontare e decodificare l’esistente. La mostra sarà visitabile tutti i giorni fino al 10 settembre

-

Espone a Gratteri il pittore cefaludese Giuseppe Forte. La mostra  si tiene presso la casa del Catechismo (corso Umberto I). Nelle sue tele, rivivono i "Paesaggi madoniti" che  Giuseppe Forte conosce profondamente ed ama frequentare. Al taglio del nastro il sindaco Giacomo Ilardo con il presidente del consiglio comunale e l'intera giunta municipale e le autorità cittadine. Tanti i colleghi e amici giunti da Cefalù e dal circondario. La mostra rimarrà aperta fino al 9 settembre, ogni giorno dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20.www.giuseppefortepittore.it

-

All’ex chiesa SS. Crocifisso, in corso Umberto a Castelbuono, la mostar degli scatti che partecipano al concorso nazionale di fotografia Città di Castelbuono - XVI edizione Premio giovani  Enzo La Grua. Una sezione speciale del premio è riservata ai giovani talenti, sui temi: “Libero”, Castelbuono oggi” e “Il cibo: storie di vita e di paesi”. La giuria, composta da Vincenzo Cucco, Giovanni Pepi, Piero Longo, Giacomo D’Aguanno, Sandro Scalia, Franca Schininà  e Gigi Petyx, ha selezionato gli scatti da esporre fino al 23 agosto, dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 23.

-

E’ il carcere borbonico di Gangi a ospitare la mostra fotografica dell’artista americano James Higginson. La mostra dal titolo “Tra terra e cielo” ha come soggetto “La Georgia” e sarà visitabile con apertura quotidiana dalle 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 19,30, fino al 25 settembre. James Higginson, di Pittsburgh in Pennsylvania, nasce come scienziato prima di diventare un artista: oltre a occuparsi di ricerca sul cancro alla Boston University, ha prodotto uno show televisivo della Disney. Durante i suoi 17 anni di esperienza a Hollywood ha anche ricevuto un prestigioso Emmy Awards. La mostra è patrocinata dal Comune. Stasera alle 21, 30, la commedia popolare” Miraculi: quannu cinnè,  cinnèè pi tutti” del Teatro della Rabba.

-

Continua ad Isola delle Femmine la collettiva itinerante dedicata al Beato PINO PUGLISI inaugurata lo scorso 5 giugno alla Cattedrale di Palermo. Dal 3 al 25agosto, presso la Parrocchia Maria SS delle Grazie di Isola delle Femmine, si potranno ammirare le opere che i 24 artisti hanno intitolato al Beato Padre Puglisi.

-

Alla civica galleria d'arte moderna di Monreale, una mostra di libri d'artista, “Dialogus Creaturarum Moralisatus” in formato leporello (un'unica striscia di carta piegata a fisarmonica), a cura di Antonina Greco. In mostra le opere di Giuseppe Agnello, Mariano Brusca, Gai Candido, Franco Castiglione, Liliana Conti Cammarata, Nicolò D’Alessandro, Rosetta D’Alessandro, Isabella Ducrot, Antonio Freiles, Laura Giambarresi, Nella Giambarresi, Carla Horat, Giuseppe La Bruna, Michele Lambo, Carlo Lauricella, Rossella Leone, Giovanni Leto, Gaetano Lo Manto, Carmelo Marchese, Elmo Napoli, Gina Nicolosi, Arianna Oddo, Enzo Patti, Marilena Pecoraro, Lorenzo Reina, Salvatore Rizzuti, Salvatore Salamone, Paolo Sardina, Franco Spena, Enzo Venezia, Vincenzo Ventimiglia. Fino al 5 settembre, dal lunedì al sabato 9/13 e 15/18.

-

Alla galleria FrancescoPantaleone Arte contemporanea, la mostra “Le declinazioni della pittura”, collettiva a cura di Arianna Rosica, che racchiude opere di Stefano Arienti, Marco Bongiorni, Giuseppe Buzzotta, Paolo Canevari, Stefania Galegati Shines, John Kleckner, Angelo Mosca, Seb Patane, Jo Robertson, Angelo Sarleti, Michele Tocca e Vedovamazzei. Un incontro/confronto tra artisti di diverse generazioni pronti a presentare diverse modalità di declinare la pittura oggi. Una pittura che, mantenendo un’armonia sottesa misteriosamente nascosta, si fa installazione, gesto, azioni e processi. Fino al 15 settembre, dal martedì al venerdì dalle 10 alle 19, sabato fino alle 18.

-

Fino Al 30 settembre all’Orto Botanico di via Lincoln sarà possibile visitare il Museo delle Palme. Il progetto è di A progect space. L’obiettivo è quello di rivitalizzare una collezione dell’Orto risalente agli anni 90 quando alcuni maestri italiani della pittura furono ispirati proprio dalle palme.

-

E’ stata prorogata fino al 27 settembre a palazzo Abatellis di via Alloro ci sarà la mostra “Bozzetti e modelli del 700 e del primo 800 dalle collezioni di palazzo Abatellis”, a cura di Gioacchino Barbera e Evelina de Castro. L’allestimento si potrà visitare dal martedì al venerdì dalle 9 alle 19 e sabato e domenica fino alle 13,30.

-

Fino al 7 settembre la Galleria d’arte moderna (piazza Sant’Anna) ospita la doppia mostra “Immaginari di uno stare” a firma Gianni Pettena e Marc William Zanghi. Un originale dialogo tra la pittura di Marc William Zanghi, uno tra i più importanti rappresentanti della giovane arte siciliana, la cui figurazione s’inserisce sul sentiero tracciato dai protagonisti della Scuola di Palermo, e gli interventi architettonici di Gianni Pettenatra gli esponenti più accreditati dell’architettura radicale, sorta a Firenze alla fine degli anni ‘60.  L’esposizione, a cura di Lorenzo Bruni, presenterà trenta dipinti e sculture di Marc William Zanghi collocati negli spazi della galleria, appositamente modificati da tre interventi di Gianni Pettena. Martedì- domenica dalle 9,30 alle 18,30, biglietti: 6/4 euro.

-

Villa Zito (via Libertà 52) riapre le porte e si trasforma in una grande pinacoteca di circa mille metri quadrati di sale espositive, disposte su tre piani. I visitatori potranno scoprire le opere più rappresentative della collezione pittorica della Fondazione Sicilia. Tele di grande valore, realizzate tra ‘600 e ‘900, dai più grandi maestri della storia dell’arte italiana. Il tutto è frutto del recupero dei pezzi dell’ex Banco di Sicilia, riottenuti dalle diverse filiali; e da altri, provenienti dal patrimonio della ex Cassa di Risparmio Vittorio Emanuele per le province siciliane. Orari: martedì e giovedì, sabato e domenica 16/20, mercoledì e venerdì, 10/14. Biglietti: 5/3 euro.

-

La Via Crucis, o “via della croce”, è un rito che propone una riflessione sul percorso doloroso di Gesù Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota. Durante la Settimana Santa i cristiani pregano di fronte a quattordici immagini, dette “stazioni” della passione di Cristo. Le opere di Fernando Botero raccolte per l’esposizione “VIA CRUCIS la pasión de Cristo” rappresentano una svolta nella carriera dell’artista, senza per questo mettere in ombra il tratto originale e peculiare del linguaggio che lo ha reso famoso. E’ possibile ammirare la mostra al Complesso Monumentale Palazzo Reale, Cappella Palatina fino al 30 settembre. Da lunedì al sabato dalle ore 8.15 alle ore 17.40 (ultimo biglietto ore 17.00). Domenica e festivi dalle ore 8.15 alle ore 13.00 (ultimo biglietto ore 12.15).

-

MESSINA

Da vedere

Fino al 30 settembre Lipari ospita la mostra “Eolie 1950-2015. Mare Motus” allestita nella ex Chiesa S. Caterina. A cura di Lea Mattarella e Lorenzo Zichichi, l’esposizione è l’ultimo step di un grande progetto comunitario biennale - Mareolie - concepito dall’architetto Michele Benfari (già direttore del Museo archeologico) e dall’archeologa Maria Clara Martinelli per valorizzare in chiave contemporanea l’area fortificata del Castello, già sede del prestigioso Museo Bernabò Brea.  Ingresso gratuito. Orari 10-19: aperto tutti i giorni.

-

RAGUSA

Da vedere

È il Guccione più intimo e familiare, quello di “Piero Guccione. Amori” in mostra a Scicli (Rg) negli spazi del movimento “Vitaliano Brancati” dal 9 agostoe fino all’8 settembre (in Via Mormino Penna, ingresso gratuito). Un’esposizione curata dallo storico dell’arte Paolo Nifosì e dedicata ai pastelli meno conosciuti o addirittura inediti di Piero Guccione, doni del grande maestro alla sua compagna, Sonia Alvarez, o agli amici più cari e fraterni in occasione di compleanni e anniversari. Sessanta opere dal soggetto delicatissimo e di piccolo formato - come brevi poesie - che per un mese intero escono dagli spazi privati, le case degli “amici di Piero”, per essere condivise con il grande pubblico di appassionati, desiderosi di ammirare l’arte del maestro. Dopo Modica, anche Scicli, città natale di Guccione, vuole rendere omaggio ai suoi 80 anni con questa mostra organizzata dal Movimento “Vitaliano Brancati” e dall’Amministrazione comunale grazie alla collaborazione di numerosi sponsor. “Piero Guccione. Amori” sarà visitabile a Scicli fino all’8 settembre tutti i giorni, dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 24. Ingresso gratuito. Orari: tutti i giorni 10-13 e 16.30-24.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X