Domenica, 14 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Covid, verso la proroga del personale sanitario impegnato in Sicilia
REGIONE

Covid, verso la proroga del personale sanitario impegnato in Sicilia

Si va verso la proroga dei contratti per il personale medico, sanitario e amministrativo che in questi mesi ha lavorato presso le strutture contro il Covid in Sicilia. E’ quanto emerso stamattina in VI Commissione (Sanità) dell’Assemblea regionale siciliana, dove, rispondendo ad una specifica sollecitazione della deputata leghista Marianna Caronia, l’assessore Ruggero Razza ha affermato che entro la metà del mese, previo un nuovo confronto con la Commissione e sulla base delle indicazioni venute dalla Conferenza Stato-Regioni, la Giunta regionale adotterà un provvedimento per la proroga dei contratti, finalizzata a proseguire le attività di contrasto e prevenzione del Covid-19, in particolare le attività di tracciamento dei positivi, lo screening tramite tamponi, la somministrazione dei vaccini, l’attività di Usca.

Soddisfazione per quanto riferito dall’assessore è stata espressa dalla stessa Caronia che ha sottolineato come «non si può disperdere il patrimonio di competenze e professionalità acquisite in due anni di pandemia e va comunque mantenuto alto il livello di attenzione rispetto alla possibile recrudescenza del virus.» La Caronia ha chiesto anche all’Assessore che sia predisposto un piano per il progressivo ritorno alla normale funzionalità dei reparti Covid, in presenza del calo del numero dei positivi e soprattutto dei sintomatici. «In questi due anni - ha detto la deputata della Lega - la pandemia ha costretto a mettere in secondo piano tante attività sanitarie ed ospedaliere, con una ricaduta negativa sulla qualità dell’assistenza per migliaia di cittadini, soprattutto quelli appartenenti a categorie più fragili e affetti da patologie croniche. Fermo restando che non si può considerare finita l’emergenza, allo stesso tempo è però indispensabile andare oltre l’attuale impostazione, per garantire cure a tutti con un’adeguata programmazione dell’utilizzo delle strutture e del personale».

“Positiva la decisione di prorogare il contratto al personale medico, sanitario e amministrativo impegnato, ancora oggi, nella lotta contro il Covid. Sono giovani che, in prima linea, hanno lavorato duramente per fronteggiare l’emergenza”, affermano Luisella Lionti ed Enzo Tango, segretari della Uil e Uil Fpl Sicilia, che aggiungono: “Ci auguriamo che vengano adottate tutte le misure necessarie per stabilizzare definitivamente il personale sanitario rispettando anche le direttive del nuovo piano messo a punto dall’assessore al ramo Razza che prevede una riforma della medicina territoriale in Sicilia. Proprio questo personale potrà essere utilizzato in maniera strutturata. Restiamo in attesa del confronto - concludono Lionti e Tango - ribadendo che, per la Uil, il percorso sarà completato solo quando saranno stabilizzati tutti i lavoratori”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X