Mercoledì, 18 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca A Santa Maria Salina manca il medico di base, il sindaco: "Situazione insostenibile"
ISOLE EOLIE

A Santa Maria Salina manca il medico di base, il sindaco: "Situazione insostenibile"

A Santa Marina Salina manca il medico di base e sono numerose le lamentele dei cittadini del piccolo comune ubicato nell'isola di Salina, nell'arcipelago delle isole Eolie. Il primo cittadino Domenico Arabia ha sollecitato un intervento per individuare la figura medica con una nota inviata all’Asp di Messina, all’assessorato regionale della Salute, alla Prefettura di Messina e all’Ancim.

Il sindaco: "Garantire i servizi sanitari essenziali alla comunità"

"A seguito delle note entrambe rimaste prive di riscontro, relative alla mancata sostituzione del medico di base di Santa Marina Salina a far data dal 1 gennaio 2022, e considerato che inspiegabilmente ad oggi questa popolazione è ancora priva del medico di base, circostanza non degna di un Paese civile e non più sostenibile, si invitano e diffidano le SS.LL. a voler nominare con la massima urgenza entro 48 ore un medico di base per garantire i servizi sanitari essenziali a questa Comunità", scrive il sindaco di Santa Maria Salina.

Le difficoltà per accedere ai servizi

"Poiché nonostante il tempo trascorso a disposizione degli organi competenti, e considerate le numerose lamentele da parte della cittadinanza che giornalmente pervengono causate dalle enormi difficoltà riscontrate da oltre due settimane per accedere ai servizi di competenza del medico di base, si comunica che, in mancanza della nomine immediata del medico di base, si provvederà a informare la competente Autorità Giudiziaria, al fine di accertare eventuali omissioni da parte dei responsabili che hanno portato all’interruzione del fondamentale servizio di assistenza sanitaria a questa popolazione isolana", aggiunge Arabia.

 

All'Ospedale di Lipari bandi deserti e carenza di personale

Lo scorso dicembre sono andati quasi tutti deserti i concorsi per coprire diversi posti in pianta organica all’Asp di Messina. In uno dei bandi il primo classificato ha rinunciato all'incarico. Il commissario straordinario dell'Asp di Messina Bernardo Alagna spiega che "nonostante gli sforzi messi in atto dalla nostra azienda sanitaria, che ha subito bandito i concorsi per coprire diversi posti in pianta organica nelle differenti unità operative del nosocomio di Lipari, con rammarico dobbiamo registrare che quasi la totalità dei concorsi sono andati deserti, e in uno di questi il primo classificato ha anche rinunciato all'incarico. Non demordiamo e continueremo a cercare il personale che occorre. La Regione ora dovrebbe pensare ad un forma di premialità, con una maggiore retribuzione  o una migliore possibilità di fare carriera per incentivare i professionisti della sanità a scegliere Lipari come sede. Difatti, a parità di retribuzione e carriera, molti escludono ad oggi la possibilità di un trasferimento sull'isola", spiega Alagna. "Le attuali condizioni non attirano i i medici, quindi così come avviene per la scuola o per  altri settori è necessario pensare ad una forma di 'indennità' insulare".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X