Martedì, 19 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Roma: assalto al Policlinico, dove era ricoverato uno dei No green pass. Quattro feriti
NUOVA IRRUZIONE

Roma: assalto al Policlinico, dove era ricoverato uno dei No green pass. Quattro feriti

Colpiti nel raid al pronto soccorso dell'Umberto I due agenti e due operatori sanitari
scontri a Roma, Sicilia, Cronaca
Manifestanti No green pass fronteggiano la polizia a Roma

È stato denunciato per resistenza, lesioni a pubblico ufficiale e rifiuto di rilasciare le proprie generalità il manifestante che nella notte ha dato in escandescenza al policlinico Umberto I di Roma dove c’è stato l’assalto da parte di circa 30 persone che lo hanno raggiunto. Secondo quanto si apprende da fonti di polizia, l’uomo durante la manifestazione aveva provato a fare dei video alle forze dell’ordine davanti a Largo Chigi e, dopo essere stato fermato, avrebbe rifiutato di fornire i documenti fuggendo via. Quattro i feriti, tra questi un agente che sarebbe anche stato colpito al torace. Seguito a distanza dagli agenti, una volta arrivato a Galleria Borghese si sarebbe buttato a terra dicendo di essere stato picchiato dalle forze dell’ordine. Così è stato trasportato in ospedale dal 118.

Dopo l'irruzione dei facinorosi si sono registrati momenti di tensione. «La situazione è tornata alla normalità dopo alcune ore con l'intervento delle forze di polizia - spiega l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, sul posto per un sopralluogo -. Ci sono 4 feriti, due tra le forze dell’ordine e due operatori sanitari».

«Sta montando un clima che non può essere accettato in nessuna maniera, un attacco alla democrazia e anche a coloro come i medici che garantiscono il diritto alla salute. Ci sentiamo sotto attacco perché siamo coloro che credono nei vaccini come strumento che nel tempo ha evitato milioni di morti e oggi pensano sia lo strumento per uscire dalla pandemia», ha detto il presidente Fnomceo, Filippo Anelli,sull’assalto al Pronto soccorso a Roma. «Chi non crede ai vaccini ha la libertà di non farlo ma lasciate stare i medici che hanno già pagato un prezzo molto alto con 364 morti».Ora, rigore con la legge sulla sicurezza dei sanitari.

IN AGGIORNAMENTO

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X