Giovedì, 20 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scuola in Sicilia: almeno una dose per l'88% del personale, fondi e spazi per il distanziamento
REGIONE

Scuola in Sicilia: almeno una dose per l'88% del personale, fondi e spazi per il distanziamento

coronavirus, scuola, Stefano Suraniti, Sicilia, Cronaca
Stefano Suraniti, dirigente Ufficio scolastico regionale Sicilia

In Sicilia l'88% del personale scolastico ha ricevuto la prima dose. La conferma arriva da  Stefano Suraniti, dirigente Ufficio scolastico regionale Sicilia. "Stiamo cercando di supportare le scuole, in questo avvio che è complesso. Rispetto allo scorso anno partiamo da una base importante: abbiamo l'88% del personale scolastico che ha ricevuto la prima dose e quindi già sicuramente questo dato rafforza di più le condizioni di sicurezza sia per gli alunni che per il personale scolastico".

Suraniti lo ha detto nel corso del seminario "La dirigenza scolastica nell'emergenza Covid" organizzato dalla Flc Cgil Sicilia, che si è tenuto ad Enna ieri e oggi.

"Il ministero dell'istruzione - prosegue - ha stanziato proprio ieri circa 23 milioni di euro per quanto riguarda l'edilizia scolastica, affitti e noleggi, che andranno a risolvere alcune criticità nell'ambito degli spazi aggiuntivi necessari per il distanziamento. Nei prossimi giorni faremo una conferenza di servizi con i dirigenti scolastici per dare indicazioni e ascoltare le riflessioni e le osservazioni al fine di dare risposte che possano garantire a tutto il rientro a scuola in sicurezza".

Per Adriano Rizza, segretario Flc Cgil Sicilia, "sono ancora tante le perplessità manifestate dai nostri dirigenti scolastici alla luce del fatto che mancano delle indicazioni chiare e definite da parte del governo rispetto alle procedure da adottare nelle scuole".

"Al di là della polemica legata al vaccino e al green pass - aggiunge - riteniamo altrettanto importante il tema delle risposte economiche. Poche quest'anno quelle messe in campo, soprattutto risorse che non garantiscono l'organico covid per tutto l'anno scolastico e non fino al 31 dicembre 2021. Perchè con quell'organico i dirigenti scolastici possono sdoppiare classi numerose, che sono tantissime quest'anno in Sicilia, e quindi ridurre il numero degli alunni per classe e garantire quel distanziamento che è fondamentale per fronteggiare l'emergenza pandemica che non sappiamo quanto durerà ancora".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X