Domenica, 13 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ultimo giorno di arancione, in Sicilia si torna in spiaggia: a Palermo alt ai divieti ma Orlando pensa ad altre misure
CORONAVIRUS

Ultimo giorno di arancione, in Sicilia si torna in spiaggia: a Palermo alt ai divieti ma Orlando pensa ad altre misure

di
coronavirus, estate, spiagge, Sicilia, Cronaca
La spiaggia di Mondello (foto di Virgina Cataldi)

L'ultimo giorno in zona arancione e il passaggio nella fascia con meno restrizioni per la Sicilia combacia con l'avvio della stagione balneare. Si scorge il giallo intenso del sole estivo che da domani splenderà su tutta l'Isola dopo settimane di buio, si sente il profumo del mare che oggi a Palermo si potrà anche toccare dopo lo stop alle ordinanze che hanno proibito l'accesso alle spiagge. Insomma, sembra davvero tutta un'altra storia. Sembra un altro tempo.

L'estate che arriva come lo scorso anno segna l'inversione della curva, il calo dei contagi e l'allentamento delle misure. Se il peggio sia davvero passato è troppo presto per dirlo, ma è certo che quella di oggi e quella di domani sono due date simboliche di questo 2021. Il 16 maggio la Sicilia si congeda dalla zona arancione, quella dei divieti e delle chiusure; il 17 maggio accoglie la zona gialla, la stagione del sole, delle riaperture, delle vacanze e chissà forse anche quella dell'immunità.

Già da qualche giorno le spiagge hanno ospitato gli operai che hanno rimesso a lucido gli stabilimenti. Non tutti però. Perchè ad aprire, spiega la Cna, sarà solo un lido su 5. Altri hanno bisogno ancora di tempo, altri ancora forse non ripartiranno mai.

"Solo il 20% degli operatori siciliani si sta adoperando per aprire a brevissimo gli stabilimenti in vista dell’avvio di quella che si sperava fosse la stagione della riscossa ma che si preannuncia ancora ricca di incognite. Il risultato sottolinea ancora una volta il clima di incertezza che vive il comparto - hanno sottolineato il portavoce Guglielmo Pacchione e il coordinatore Gianpaolo Miceli - e tutto questo lascia l’amaro in bocca per alcune decisioni assunte a livello nazionale che hanno bloccato la programmazione specie nella scelta di prevedere il coprifuoco alle ore 22 fino a fine luglio: un aspetto che ha messo in ultima fascia il Paese nelle pur complesse prenotazioni dall’estero".

A Mondello la società Italo Belga riaprirà domani le porte dei lidi storici Stabilimento, Valdesi e Sirenetta. Possibile prenotare per usufruire di ombrelloni e sdraio, ma sul fronte abbonamenti non ci sono più spazi: tutto esaurito. C'è attesa, invece, per il ritorno delle cabine che non saranno più di 150.

Anche se in Sicilia non tutti gli stabilimenti saranno funzionanti, la voglia di mare avrà comunque la meglio e si suppone che già oggi le spiagge saranno prese d'assalto. Tanto più a Palermo dove le ultime ordinanze del sindaco Orlando sono state archiviate. Da domani non sarà più in vigore il divieto di vendita di alcolici mentre da oggi le spiagge saranno finalmente accessibili. Tutta acqua passata? Non è detto perchè per la prossima settimana Orlando si riserva di adottare eventuali provvedimenti, d'intesa con il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, per evitare che la pandemia rialzi la testa.

"L'allentamento delle restrizioni non deve farci abbassare il livello di guardia - ha detto il sindaco -. Il passaggio in zona gialla della Sicilia è un'ottima notizia, ma occorre prudenza e il mantenimento da parte di tutti delle comuni abitudini che ci siamo dati in questi mesi: distanziamento, mascherina e frequente igienizzazione delle mani".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X