Mercoledì, 28 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Papa Francesco ai cardinali: vietato accettare regali dal valore superiore ai 40 euro
VATICANO

Papa Francesco ai cardinali: vietato accettare regali dal valore superiore ai 40 euro

Chiesa, Papa Francesco, Sicilia, Cronaca
Il Papa durante la messa nel giorno di Pasqua

È proibito a tutti i dipendenti vaticani, anche ai cardinali, accettare regali del valore superiore a 40 euro. Lo stabilisce Papa Francesco nella Lettera Apostolica in forma di Motu Proprio recante disposizioni sulla trasparenza nella gestione della finanza pubblica.

Nel Regolamento Generale della Curia Romana, viene quindi aggiunto che è vietato «accettare o sollecitare, per sè o per soggetti diversi dall’Ente nel quale prestano servizio, in ragione o in occasione del proprio ufficio, doni, regali o altre utilità di valore superiore a euro quaranta».

Nuova legge anti-corruzione in Vaticano per i dirigenti e gli amministrativi, compresi i cardinali capi dicastero. Papa Francesco con una Lettera apostolica in forma di Motu Proprio recante disposizioni sulla trasparenza nella gestione della finanza pubblica stabilisce che tutti i
livelli dirigenziali della Santa Sede, tutti coloro che svolgono funzioni di amministrazione attiva, funzioni giurisdizionali o di controllo, dichiarino di non avere condanne o indagini per corruzione, frode, terrorismo, riciclaggio, sfruttamento dei minori, evasione fiscale. E di non detenere contanti o investimenti in paesi ad alto rischio di riciclaggio o finanziamento del terrorismo, in paradisi fiscali o partecipazioni in aziende che operino contro la Dottrina sociale della Chiesa. E’ proibito a tutti i dipendenti - e questa novità riguarda tutti i dipendenti della Curia romana, dello Stato della Città del Vaticano e degli enti collegati - accettare regali del valore superiore a 40 euro.

Ecco quindi che il Papa ha stabilito di aggiungere degli articoli al Regolamento generale della Curia romana, con un provvedimento che riguarda tutti i soggetti inquadrati nei livelli funzionali C, C1, C2 e C3 (cioè dai Cardinali capi dicastero ai vicedirettori con contratto dirigenziale quinquennale), e tutti coloro che hanno funzioni di amministrazione attiva giurisdizionali o di controllo e vigilanza. Dovranno sottoscrivere al momento dell’assunzione e poi con cadenza biennale una dichiarazione.
Sono richiesti di attestare di non aver riportato condanne definitive, in Vaticano o in altri Stati, e di non aver beneficiato di indulto, amnistia o grazia, e di non essere stati assolti per prescrizione. Di non essere sottoposti a processi penali pendenti o a indagini per partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, terrorismo, riciclaggio di proventi di attività criminose, sfruttamento di minori, tratta o sfruttamento di esseri umani, evasione o elusione fiscale.

Dovranno poi dichiarare di non detenere, anche per interposta persona, contanti o investimenti o partecipazioni in società e aziende in Paesi inclusi nella lista delle giurisdizioni ad alto rischio di riciclaggio (a meno che i loro consanguinei non siano residenti o domiciliati per comprovate ragioni familiari, di lavoro o studio). Dovranno assicurare, per quanto a loro noto, che tutti i beni, mobili e immobili, di loro proprietà o anche solo detenuti, come pure i compensi di qualunque genere percepiti, hanno provenienza da attività lecite. Significativa anche la richiesta «di non detenere» partecipazioni o «interessenze» in società o aziende che operino con finalità contrarie alla Dottrina sociale della Chiesa.

La Segreteria per l’Economia potrà eseguire controlli sulla veridicità delle affermazioni messe nero su bianco dai dichiaranti, e la Santa Sede, in caso di dichiarazioni false o mendaci, potrà licenziare il dipendente e chiedere i danni eventualmente subiti.

E’ infine vietato - e questa novità riguarda tutti i dipendenti della Curia romana, dello Stato della Città del Vaticano e degli enti collegati accettare, in ragione del proprio ufficio, «regali o altre utilità» di valore superiore a 40 euro. (

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X