Venerdì, 07 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, da oggi i nuovi colori: le regole e cosa si può fare nella settimana di Pasqua
COVID-19

Coronavirus, da oggi i nuovi colori: le regole e cosa si può fare nella settimana di Pasqua

Inizia una nuova settimana "a colori" per l'Italia, da oggi nuove fasce per alcune Regioni mentre altre resteranno in quella precedentemente designata. In Sicilia la crescita continua della curva inizia a farsi preoccupante ma l'Isola resterà in fascia arancione, almeno fino a venerdì: sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 aprile sarà in zona rossa come l'intera nazione.

Lo prevede il decreto dello scorso 13 marzo con cui sono state abolite le zone gialle e che prevedono le restrizioni più rigide per Pasqua e Pasquetta. In zona rossa ci sono undici Regioni e una Provincia autonoma: a Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto e alla Provincia Autonoma di Trento si sono aggiunte Valle d'Aosta, Calabria e Toscana.

Tutte le altre, Sicilia compresa, saranno in zona arancione eccezion fatta per il weekend. Ecco nel dettaglio cosa si può fare e cosa non si può fare nelle due zone.

Visite a parenti e amici

Zona rossa: Visite non consentite. Da sabato 3 aprile a lunedì 5 aprile però sarà permesso - dalle 5  alle 22 - raggiungere all'interno della propria regione una sola abitazione di parenti o amici, una sola volta al giorno, massimo in due e accompagnati dai minori di 14 anni. È sempre consentito recarsi da persone non autosufficienti che hanno bisogno di assistenza.

Zona arancione: le visite sono consentite all’interno del proprio Comune: è permesso a due persone, solo una volta al giorno, andare verso una sola abitazione privata, fra le 5 e le 22. È possibile essere accompagnati dai minori di 14 anni su cui si esercita la potestà genitoriale e dalle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Coprifuoco

In tutto il territorio nazionale resta il coprifuoco dalle 22 alle 5, sia nei giorni feriali che festivi. In questa fascia oraria è possibile spostarsi solo per motivi di lavoro, necessità o salute e con l'autocertificazione.

Autocertificazione

Zona rossa: è obbligatorio averla con sé per qualsiasi spostamento.

Zona arancione: non è necessaria se ci si sposta all'interno del proprio Comune (a meno che lo spostamento non avvenga tra le 22 e le 5, quando è in vigore il coprifuoco). Lo spostamento va invece sempre giustificato se ci si sposta dal proprio Comune verso un altro.

Seconde case

È sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Lo spostamento è consentito nelle seconde case in tutte le zone ma molte regioni hanno emanato ordinanze in cui lo spostamento verso le seconde case è vietato.

Attività fisica

Zona rossa: è possibile svolgere attività motoria all'aperto in forma individuale nei pressi della propria abitazione, mantenendo almeno un metro di distanza dalle altre persone e indossando la mascherina. Si può svolgere attività sportiva all'interno del proprio Comune, in forma individuale e all'aperto, mantenendo la distanza interpersonale di due metri. È tuttavia possibile, nello svolgimento di un'attività sportiva che comporti uno spostamento, entrare in un altro Comune, purché tale spostamento resti funzionale unicamente all'attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza. Palestre e piscine sono chiuse.

Zona arancione: è possibile svolgere attività motoria o sportiva all'aperto e in forma individuale. Permesse anche attività sportive di base e attività motorie svolte all'aperto presso centri sportivi o circoli sportivi. Anche in questo caso chiuse palestre e piscine.

Negozi

Zona rossa: chiusi negozi non essenziali e centri commerciali. Aperti i negozi di alimentari, farmacie, parafarmacie, edicole e tabaccai, negozi di elettronica, ferramenta e negozi per bambini. Chiusi anche parrucchieri, barbieri, centri estetici.

Zona arancione: tutti i negozi sono aperti, i centri commerciali sono aperti dal lunedì al venerdì. Aperti anche parrucchieri, barbieri e centri estetici.

Bar e ristoranti

Sia in zona rossa che arancione è permessa la ristorazione con consegna a domicilio. Fino alle 22 è possibile anche l'asporto, ma non è consentito consumare cibi sul posto o nei pressi di ristoranti e bar. L’asporto dai bar è invece permesso solo fino alle 18.

Scuola

Zona rossa: le scuole di ogni ordine e grado restano chiuse, compresi nidi e asili. Da dopo Pasqua prevista la riapertura di nidi, asili, elementari e prima media.

Zona arancione: scuole aperte con didattica in presenza fino alla terza media. Dad per le superiori.

Musei, cinema e teatri

Chiusi sia in zona rossa che in zona arancione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X