Giovedì, 04 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Decreto Natale, il Cts: "Avremmo dovuto chiudere tutto ma sarebbe scoppiata la rivoluzione"
AGOSTINO MIOZZO

Decreto Natale, il Cts: "Avremmo dovuto chiudere tutto ma sarebbe scoppiata la rivoluzione"

coronavirus, natale, Agostino Miozzo, Sicilia, Cronaca
Il coordinatore del Cts, Agostino Miozzo

La stretta decisa dal governo per Natale non è eccessiva: ne è convinto il coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Agostino Miozzo, secondo il quale "la curva dei contagi sta peggiorando e si corre il pericolo di tornare indietro".

"Con questi numeri si sarebbe dovuto chiudere tutto per tre settimane", ma "se avessimo bloccato tutto, sarebbe scoppiata la rivoluzione", dice in un’intervista a il Giornale. "Se si allargano troppo le maglie dei permessi, a gennaio si mette a rischio tutto: la riapertura delle scuole, delle attività produttive e anche l’avvio della campagna vaccinale".

Riguardo l’andamento del contagio Miozzo riconosce "il peggioramento improvviso e inaspettato nel giro di una settimana" è venuto in un momento in cui gli spostamenti per le feste "erano già in corso» e l’unica possibilità era «ricordare a tutti di usare prudenza, prudenza, prudenza". "Di sicuro in queste settimane la curva dei contagi aumenterà", anticipa sconsolato. AGI

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X