Venerdì, 04 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, bollettino del 23 ottobre: in Sicilia 730 casi e 11 morti ma rallentano i ricoveri, oltre 19000 contagi in Italia
IL DATO

Coronavirus, bollettino del 23 ottobre: in Sicilia 730 casi e 11 morti ma rallentano i ricoveri, oltre 19000 contagi in Italia

di

Sono 730 i nuovi casi di coronavirus in Sicilia con undici vittime. Un dato confortante pero' arriva dai ricoveri: solo cinque in più e nessuno in terapia intensiva, per un totale di 689 ospedalizzati. I tamponi effettuati sono stati 8015.

Il numero totale delle vittime tocca 408. Sul fronte dei ricoveri sono 593, mentre resta invariato a 89 i ricoverati in terapia intensiva. Cresce invece il conto di coloro che si trovano in isolamento domiciliare: 8.454 (+591), gli attualmente positivi invece sono 9.136 (+596). Infine il numero dei dimessi tocca quota 5.772 (+123).

Continuano a salire i contagi per Covid in Italia: secondo il bollettino del ministero della Salute l’incremento nelle ultime 24 ore è di 19.143, individuati con 182.032 tamponi, il numero più alto dall’inizio dell’emergenza.

Il totale dei contagiati - comprese vittime e guariti - sale a 484.869. In calo invece l’incremento delle vittime, 91 in un giorno (ieri erano 136) che portano il totale a oltre 37mila (37.059).

Anche se in Italia si sta registrando in questi ultimi giorni una serie di record consecutivi di nuovi contagi per coronavirus, il Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 ha diffuso i dati del Ministero della Salute che mettono a confronto la situazione del 21 marzo (record della prima ondata di pandemia, con 6.557 nuovi casi ufficiali su 26.336 tamponi effettuati) con quella del 22 ottobre (16.079 casi su 170.392 tamponi).

Dall’osservazione dei dati, tenendo conto che i decessi e i guariti riguardano situazioni pregresse quando il numero di contagi erano in numero inferiore e l’emergenza sanitaria non era ancora così pressante, si legge che rispetto ai nuovi contagi a marzo la percentuale dei morti era del 12,09% (ma ben più significativo è il numero di morti, 793) e quella dei guariti era del 14,38% mentre il 22 ottobre la percentuale dei decessi è stata dello 0,85% (ma anche qui il dato significativo è quello numerico: 136) e quello dei guariti del 12,95%.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X