Martedì, 26 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus in Italia, per la prima volta i guariti superano i nuovi casi: aumentano anche i dimessi
IL BOLLETTINO

Coronavirus in Italia, per la prima volta i guariti superano i nuovi casi: aumentano anche i dimessi

coronavirus, Angelo Borrelli, Franco Locatelli, Sicilia, Cronaca
Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli

Prosegue il trend in calo del coronavirus in Italia. Per la prima volta oggi il numero dei dimessi e dei guariti supera quello dei nuovi casi che si attesta a 2646 facendo salire il totale a 189.973. Ieri invece l’aumento era stato di 3.370 unità.

I guariti in un giorno sono stati 3.033 (ieri 2.943) con un numero totale di 57.576. I decessi sono stati 464, con un aumento rispetto a ieri quando erano stati 437, per un totale di 25.549. Il numero dei malati ancora "attivi" conosce così un calo record: 851 meno di ieri, per un totale che scende a 106.848.

Per la prima volta i «numeri sono particolarmente confortanti: il numero di dimessi e guariti supera il numero di nuovi casi nel paese»,  ha detto il capo della Protezione civile Angelo Borrelli durante il secondo punto stampa della settimana.

In calo anche i ricoveri: quelli in regime ordinario sono scesi di 934 unità, 22.871 totali, mentre le terapie intensive calano di 117 unità, arrivando a 2.267 (solo 20 giorni fa si superavano i 4.000 posti occupati). Le persone in isolamento domiciliare sono 81.710. Infine, continua a crescere il numero dei tamponi effettuati, oggi 66.658 contro i 63.101 di ieri.

Sono oltre un milione gli italiani che sono stati sottoposti a tampone. Dai dati della protezione civile emerge che gli esami effettuati fino ad oggi sono stati infatti 1.579.909 che hanno riguardato complessivamente 1.052.577 persone. L’incremento del numero dei tamponi rispetto a ieri è di 66.658.

"L'indice di contagiosità, il famoso R con zero, è oggi tra lo 0,5 e lo 0,7, tenendo conto delle differenze regionali", ha spiegato il presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli al punto stampa in Protezione Civile.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X