Giovedì, 04 Giugno 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus in Italia, superate le 10mila vittime ma diminuiscono i casi e boom di guariti
I NUOVI DATI

Coronavirus in Italia, superate le 10mila vittime ma diminuiscono i casi e boom di guariti

Complessivamente 92.472 persone in Italia sono risultate positive al coronavirus finora. Attualmente sono 70.065 le persone positive, con un incremento di 3.651 rispetto a ieri. Lo ha reso noto la Protezione Civile. Sono 12.384 le persone guarite, con un aumento di 1.434 unità rispetto a ieri. I deceduti sono 10.023, 889 in più rispetto al dato complessivo alla data di ieri, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

"La Protezione civile è a disposizione con tutte le sue strutture, è un tema all’attenzione del governo, presto ci saranno delle notizie su come risolvere la questione. Noi siamo pronti a fare la nostra parte come in ogni occasione, la nostra forza è il volontariato, le strutture sono mobilitate e già i nostri volontari vanno a fare la spesa per chi non può, siamo anche pronti a distribuire pacchi alimentari nell’ipotesi di necessità". Lo ha detto il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, nel corso della conferenza stampa presso il Dipartimento. "Sicuramente se non fossero state adottate misure così drastiche avremmo ben altri numeri e le strutture sanitarie sarebbero in una situazione ben più drammatica, la situazione sarebbe stata insostenibile".

Credo che ci debba essere una attenta riflessione, il paese è fermo e c'è l’esigenza di assicurare un minimo di operatività e vita per la stessa sopravvivenza di tutti. Credo che saranno prese delle ulteriori decisioni, siamo in prossimità di questa fatidica data del Dpcm che dovrà uscire, il governo adotterà le sue misure sulla base delle valutazioni che farà il comitato tecnico scientifico - ha detto Borrelli -, La decisione è frutto di una valutazione tecnica e politica - ha spiegato - sempre tenendo conto dell’esigenza di garantire misure proporzionate e adeguate alla problematica. Credo si faranno tutte le riflessioni da qui a qualche giorno e saranno prese le decisioni più opportune".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X