Sabato, 22 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, limitato il trasporto aereo: stop a Trapani e Comiso
IL DECRETO

Coronavirus, limitato il trasporto aereo: stop a Trapani e Comiso

La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato un decreto per razionalizzare il servizio di trasporto aereo in considerazione della ridotta mobilità sul territorio nazionale e per contenere l’emergenza sanitaria da coronavirus. Nel provvedimento, riferisce una nota, si dispone che, per tutelare la salute dei passeggeri e dei lavoratori, sono assicurati nel settore del trasporto aereo esclusivamente tutti i servizi essenziali. In Sicilia restano operativi gli aeroporti di Palermo, Catania, Pantelleria e Lampedusa. Fino al 25 marzo invece chiusi gli scali di Trapani-Birgi e Comiso.

Oggi comunque i voli sono regolari e gli aeroporti italiani sono tutti operativi (Trapani e Comiso inlcusi). Lo precisa una nota di Enac in cui si comunica che oggi "l'operatività di tutti gli aeroporti nazionali rimane invariata, anche a tutela dei passeggeri che hanno voli già prenotati e delle compagnie aeree che hanno programmato i propri operativi. Alla luce di quanto contenuto nel decreto firmato nella serata di oggi dalla ministra delle infrastrutture e trasporti Paola De Micheli, che ha disposto la chiusura temporanea di alcuni aeroporti al fine di razionalizzare il trasporto aereo nelle prossime settimane, pur garantendo il diritto alla mobilità dei cittadini, l'Enac è stato incaricato di varare le procedure e le modalità che porteranno, nelle prossime ore, alla chiusura degli scali indicati nel decreto".

Nelle prossime ore, invece, resteranno attivi i seguenti aeroporti: Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Palermo, Pantelleria, Pescara, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Venezia Tessera e Roma Ciampino per i soli voli di stato, trasporti organi, canadair e servizi emergenziali.

Gli operatori sanitari che prestano servizio presso gli altri aeroporti possono essere da supporto per le esigenze sanitarie di aeroporti o porti limitrofi. È rimessa alla valutazione dell’Ente nazionale per l’aviazione civile la possibilità di consentire l’operatività degli altri aeroporti in considerazione delle seguenti esigenze: mantenimento dei requisiti di certificazione aeroportuale; previsione dell’accesso alle infrastrutture e del loro utilizzo per i dipendenti dell’Enac, di Enav e degli Enti di Stato basati in aeroporto; ripristino immediato della piena operatività dell’aeroporto, qualora ritenuto necessario; esigenze operative di voli cargo e posta, nonchè di voli di Stato, di Enti di Stato, di emergenza sanitaria o di emergenza di altro tipo.

Le disposizioni del decreto sono in vigore fino al 25 marzo 2020 e si applicano alle regioni a statuto speciale e alle province autonome di Trento e Bolzano.

COMISO. Stasera è in programma l'ultimo volo per Milano Malpensa effettuato da Ryanair. La chiusura arriva in un momento in cui il 'Pio La Torre' aveva puntato sul rilancio dell'aeroporto con i nuovi voli da e per Torino operati da Blue Air e con le nuove tratte per Berlino e Milano Malpensa di Easy Jet. Per il momento si ferma tutto.
Una notizia positiva per lo scalo arriva dalla pubblicazione della nota esplicativa per la continuità Territoriale da parte dell'Unione Europea. Si attende ora la pubblicazione del documento da parte di Enac che sancirà, per il mese di agosto, l'avvio dall'aeroporto di Comiso di due nuove tratte per Roma e Milano con prezzi calmierati riservati soltanto ai residenti in Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X