Martedì, 28 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Corruzione a Casteldaccia, Di Giacinto tessitore di accordi all'Ars con Crocetta
GDS IN EDICOLA

Corruzione a Casteldaccia, Di Giacinto tessitore di accordi all'Ars con Crocetta

Una legislatura da tessitore di accordi politici all'Ars guidando il partito di Rosario Crocetta e poi, quando l'appeal elettorale dell'ex governatore era scemato, il passaggio nel Psi. Che non gli è bastato però per assicurarsi la rielezione. E tuttavia in quei 5 anni da «onorevole» Giovanni Di Giacinto è stato nei gangli vitali del Parlamento.

Il sindaco di Casteldaccia, arrestato ieri con altre quattro persone con varie accuse, è un altro degli uomini della galassia che girava intorno a Crocetta che finisce travolto da problemi giudiziari. Come si legge sul Giornale di Sicilia, in un articolo di Giacinto Pipitone, non era influente quanto Antonello Montante né è stato assessore come Linda Vancheri, eppure Di Giacinto ha ricoperto il ruolo di vice presidente della commissione Bilancio fra la fine del 2012 e la fine del 2015: un ruolo chiave per orientare i fondi regionali durante la scrittura della Finanziaria.

Già ras del consenso a Casteldaccia (di cui era sindaco) e nei paesi della costa, Di Giacinto era arrivato all'Ars sull'onda travolgente della Lista Crocetta. Forte di 3.148 voti fu il più votato del Megafono nel 2012.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X