Venerdì, 13 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
TANGENTI

Arresto Arata, concessi i domiciliari al figlio di Nicastri

Il gip di Palermo Guglielmo Nicastro ha concesso gli arresti domiciliari a Manlio Nicastri, figlio del cosiddetto «re del vento» Vito Nicastri, coinvolto e in cella, come il padre, nell’inchiesta sulle tangenti sull'eolico siciliano.

La decisione segue di qualche giorno le ordinanze del tribunale del riesame, che aveva concesso gli arresti in casa anche a Paolo Franco e Francesco Paolo Arata, padre e figlio, anche loro in carcere dal 13 giugno, nell’ambito della stessa indagine della Dda di Palermo.

Mentre però Manlio, e soprattutto Vito Nicastri, hanno reso dichiarazioni con cui hanno fatto ampie ammissioni e hanno consentito di allargare le indagini, i due Arata avevano negato tutto, respingendo le accuse e sostenendo di essere assolutamente estranei alla vicenda delle mazzette che sarebbero state versate a impiegati dell’assessorato regionale siciliano all’Energia, allo scopo di agevolare le autorizzazioni concesse alle società del gruppo Arata-Nicastri, interessate a realizzare impianti eolici e per la produzione di biometano in varie parti dell’isola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X