Lunedì, 20 Maggio 2019
POLIZIA PENITENZIARIA

Carceri in Sicilia, la denuncia dei sindacati: "Aggressioni ad Enna ed Agrigento, è emergenza"

Nel giorno di Pasqua due agenti della Polizia Penitenziaria ad Enna ed uno ad Agrigento sono rimasti vittima di aggressioni da parte di detenuti. A renderlo noto è la Fns Cisl Sicilia, il cui segretario Mimmo Ballotta parla di «piena emergenza penitenziaria». Il sindacato sollecita "ad intervenire chi ha la responsabilità, a ogni livello, a partire dal ministro Bonafede».

«La situazione in Sicilia - si legge in una nota - è estremamente difficile e complessa. Dei sessantamila detenuti nelle carceri di tutta Italia circa 6.600 sono reclusi nei penitenziari dell’Isola, 250 in più del massimo tollerabile. Per di più, a differenza che in altre realtà, il 65% dei carcerati in Sicilia sono condannati definitivi e numerosi sono i detenuti ad elevato indice di pericolosità sociale».

La Fns Cisl Sicilia protesta perché l’amministrazione penitenziaria «non colma i vuoti delle dotazioni organiche» affermando come il personale in servizio nell’Isola è calcolato dal ministero di Grazia e Giustizia in 4.203 unità», dato che per il sindacato «non riflette la realtà» perché «la presenza effettiva di poliziotti nelle carceri siciliane ammonta a 3.720 unità. A mancare all’appello sono circa 480 posti poliziotti che esistono solo sulla carta».(ANSA).

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X