Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
CASSAZIONE

Mafia, definitiva l'assoluzione per imprenditore Mannina

E’ diventata definitiva l'assoluzione dall’accusa di associazione mafiosa per l'imprenditore trapanese Vincenzo Mannina. La Cassazione, infatti, ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla procura generale della Corte di appello di Palermo, avverso l'assoluzione dell’imputato.

Il procedimento nei confronti di Vincenzo Mannina ha avuto un iter lungo e complesso: per la terza volta è finito al vaglio della Suprema Corte dopo due annullamenti con rinvio alla Corte di Appello di Palermo. La prima condanna risale al dicembre del
2008 da parte del gup di Palermo: 6 anni e 8 mesi e sequestro delle quote societarie in aziende di calcestruzzo. Aziende che
sono state recentemente dissequestrate.  Mannina era stato indicato dagli inquirenti come il numero 2 di Cosa Nostra Trapanese, nell’epoca in cui, dopo l’arresto del boss Vincenzo Virga (2001), a reggere in mandamento sarebbe stato l’imprenditore Francesco Pace.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X