Sabato, 06 Giugno 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il vescovo di Noto battezza un bimbo ospite dell'hotspot di Pozzallo
MIGRANTI

Il vescovo di Noto battezza un bimbo ospite dell'hotspot di Pozzallo

migrante battezzato pozzallo, Antonio Staglianò, Sicilia, Cronaca
Monsignor Antonio Staglianò, vescovo di Noto, con in braccio il bimbo eritreo battezzato

Un neonato eritreo, che si trova nell’hotspot di Pozzallo con la madre e il fratellino, è stato battezzato martedì sera in Chiesa Madre dal vescovo di Noto, Antonio Staglianò, assieme al parroco della chiesa Madre "Madonna del Rosario», don Salvatore Cerruto.

Esrom, 4 mesi, era arrivato lo scorso 15 luglio assieme alla madre e al fratellino a Pozzallo, assieme ai 450 migranti salvati il 14 luglio di fronte l’isola di Linosa dal pattugliatore «Monte Sperone» della Guardia di Finanza e dalla nave «Protector» di Frontex.

Madrina del battesimo è stata l’assistente sociale dell’hotspot, Franca Assenza, padrino l’operatore Giuseppe Amore. Alla cerimonia erano presenti il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna, la direttrice dell’hotspot Emilia Pluchinotta, e rappresentanti delle strutture che operano nell’hotspot.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X