Lunedì, 06 Aprile 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca A 2 anni dalla scomparsa di Regeni l'Italia scende in piazza: un incontro anche a Palermo
LA COMMEMORAZIONE

A 2 anni dalla scomparsa di Regeni l'Italia scende in piazza: un incontro anche a Palermo

TRIESTE. L'Italia si tinge di giallo per Giulio Regeni. A due anni esatti dalla scomparsa a Il Cairo del ricercatore friulano, oggi alle 19.41 - l'ora dell'ultimo messaggio inviato da Giulio - oltre 100 piazze, da Nord a Sud, da Roma al Friuli Venezia Giulia, risponderanno all'appello della famiglia e di Amnesty International e, con fiaccole gialle, chiederanno verità e giustizia per il giovane torturato e ucciso in Egitto.

La famiglia, come ha confermato la madre, Paola Deffendi, parteciperà all'iniziativa organizzata nella piazza di Fiumicello, in provincia di Udine, paese natale di Giulio. Alle 19.41 i partecipanti alzeranno la loro fiaccola gialla e rimarranno in silenzio per qualche minuto. A seguire, nella sala Bison, ci sarà l'incontro "Pensieri, parole e musica per Giulio", con la partecipazione, tra gli altri, del presidente della Fnsi Giuseppe Giulietti, di Valerio Mastandrea e Daniele Silvestri.

Prima della fiaccolata, alle 18.45, dal piazzale Falcone Borsellino partirà la "Camminata dei diritti", lungo le vie del paese, insieme al Governo dei Giovani, formato da alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado. "Siamo arrivati a due anni dalla scomparsa di Giulio - afferma il sindaco di Fiumicello, Ennio Scridel - e credevo che al secondo anno ci sarebbe stato un momento di commemorazione per spiegare e approfondire le ragioni di questa malvagità e per discutere sul fatto che tutto ciò non deve più accadere. Purtroppo però dopo due anni siamo ancora qui a cercare di capire e a chiedere verità".

Ancora nessun colpevole per la morte di Regeni, ma l'Italia insiste: servono verità e giustizia. La Procura generale egiziana ha definito "totalmente contraffatta" la lettera attribuita ai vertici dei servizi segreti egiziani e inviata in forma anonima all'ambasciata italiana di Berna, in cui si parla di un arresto del ricercatore friulano. "Queste notizie potrebbero danneggiare la cooperazione giudiziaria fra le due Procure", osserva la Procura egiziana.

Intanto eventi e manifestazioni per #2annisenzagiulio sono previsti oggi in tutta Italia: da Aosta a Matera, da Torino a Sassari.

A Palermo alle ore 17.30 presso la Sala delle Lapidi di Palazzo delle Aquile, si terrà un incontro pubblico organizzato da Amnesty International Gruppo Italia 233, con la partecipazione della Camera Penale di Palermo e di Rotaract Palermo Est, nel corso del quale verrà presentato alla cittadinanza un aggiornamento sulle indagini relative alla sparizione e all'assassinio di Regeni. Per il Comune sarà presente, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando.

Il palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia a Trieste si tingerà di giallo, mentre in piazza sarà organizzata una fiaccolata; una quarantina le scuole di tutto il Paese che saranno impegnate a ricordare il giovane.

A Roma, in piazza Montecitorio, la manifestazione promossa da Amnesty International; previsto un collegamento con l'evento di Fiumicello. Oggi invece l'istituzione da parte del Collegio del mondo unito dell'Adriatico e della Regione Fvg di una borsa di studio a suo nome, mentre nell'Europarlamento si è tenuta una cerimonia di commemorazione: Isabella De Monte (Pd) insieme ad altri eurodeputati tra cui la britannica Alex Mayer ha tenuto un striscione con su scritto: 'Verità per Giulio Regeni'.

La parrocchia di Fiumicello ricorderà Giulio il prossimo 3 febbraio, con una messa a due anni esatti dal ritrovamento del suo corpo sul ciglio di una superstrada alla periferia est della capitale egiziana.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X