Domenica, 25 Agosto 2019
ROMA

Ambulante fugge durante un controllo dei vigili e muore

ROMA. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo sulla morte dell'ambulante senegalese deceduto a Roma dopo essere fuggito da un controllo dei vigili urbani. Al momento l'indagine è senza ipotesi di reato e senza indagati ed è coordinata dal pm Francesco Marinaro. A piazzale Clodio si attende l'informativa di vigili urbani.

"E' stato investito da un motorino dei vigili urbani in borghese mentre scappava dal controllo. E' caduto e ha battuto la testa". Così alcuni ambulanti africani raccontano gli ultimi atti di vita di Nian Maguette, 54, l'ambulante senegalese morto a Roma mentre fuggiva da un controllo antiabusivismo della polizia municipale. Gli ambulanti indicano anche una macchia sull'asfalto del marciapiede, all'angolo con Lungotevere: "quello il sangue di Niam". Maguette sarebbe stato inseguito da vigili in borghese, secondo la versione di altri ambulanti, smentita seccamente dalla polizia municipale. L'uomo era da più di 20 anni in Italia, hanno detto i connazionali, e ha due figlie qui. Il resto della famiglia è in Senegal, da dove Maguette era tornato circa un mese fa. Il fatto è avvenuto attorno alle 13.

"Non esiste coinvolgimento diretto tra l'operazione antiabusivismo avvenuta stamattina e il decesso del cittadino senegalese avvenuto a circa 500 metri di distanza". Lo sottolinea il Comando della polizia di Roma Capitale. "Gli agenti intervenuti spiegano che non c'è stato alcun inseguimento - sottolineano dal Comando - Auspichiamo che chi indaga faccia luce sulla vicenda. Esprimiamo vicinanza alla famiglia dell'uomo e a tutta la comunità senegalese".

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X