Giovedì, 22 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Assenteisti timbrano con scatole in testa per nascondersi
NEL NAPOLETANO

Assenteisti timbrano con scatole in testa per nascondersi

NAPOLI. Oltre 200 episodi di assenteismo e 23 dipendenti del Comune di Boscotrecase, in provincia di Napoli, risultati essere «furbetti» del cartellino. Uno di loro, pur di non rendersi riconoscibile, strisciava i badge, due, coprendosi addirittura la testa con una scatola di cartone. È quanto hanno scoperto i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata che stamattina hanno dato esecuzione a 23 misure cautelari.

I 'furbetti' sono accusati a vario titolo di truffa aggravata ai danni dello stato e di false attestazioni in servizio. Le telecamere nascoste dagli investigatori hanno documentato comportamenti truffaldini come «passare» il badge anche per colleghi assenti o «passare» e andar via per affari privati.

Le indagini sono state coordinate dalla Procura di Torre Annunziata e i 200 episodi di assenteismo si sono registrati in poche settimane.

Sei dipendenti sono finiti agli arresti domiciliari. Tra le 23 misure cautelari eseguite dai carabinieri, oltre agli arresti ci sono 13 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria con contestuale sospensione dall'esercizio del pubblico ufficio per la durata di uno e quattro sospensioni dall'esercizio per 6 mesi. Complessivamente sono poco più di 60 i dipendenti del Comune.

Quattro uffici completamente chiusi, coinvolti il comandante della polizia municipale come il capo della ragioneria nonché vice segretario comunale. «Rischiamo di dover chiudere il Comune», dice il sindaco di Boscotrecase, Pietro Carotenuto, che per questo in tarda mattinata, si recherà dal prefetto di Napoli «al quale ho chiesto un incontro per capire come posso affrontare questa situazione».

Secondo quanto rende noto il sindaco, sono complessivamente 30 i dipendenti indagati, 23 i destinatari delle misure cautelari. «A quanto mi risulta ai domiciliari sono quattro addetti alle pulizie e due dipendenti, dell'ufficio Tributi e Stato Civile. Stamattina ci ritroviamo con quattro uffici chiusi, anagrafe, stato civile, politiche sociali ed ambiente - spiega - e poi sono coinvolti il capo dei vigili e della ragioneria alla scadenza dell'esercizio di bilancio. Sto facendo rientrare, laddove possibile, il personale dalle ferie - dice ancora - ma la situazione è davvero complessa».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X