Martedì, 19 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
EMERGENZA ROGHI

Incendi in Sicilia, la situazione migliora ma nel Palermitano canadair ancora in azione

di

PALERMO. La Sicilia continua a bruciare, anche se le temperature si sono abbassate di molto. Nel Palermitano otto squadre dei vigili del fuoco e due canadair sono impegnati a spegnere focolai ancora accesi nell’ex fabbrica chimica dell’Arenella, a Piano Geli, a Monte Pellegrino e a Poggio ridente. In queste due ultime zone due canadair stanno facendo la spola per estinguere le fiamme.

Intanto nel Messinese due persone sono rimaste ferite: un ventenne di Capo d'Orlando, che ha riportato ustioni sul 10% del corpo, è stato trasferito a Catania. E a Motta d'Affermo un uomo di 47 anni è stato investito dalle fiamme ed ora è ricoverato a Palermo.

Nella notte sono stati domati i roghi nella zona tirrenica: a Villafranca, Rometta, San Pier Niceto, Torregrotta, Monforte San Giorgio, Pace del Mela e Barcellona Pozzo di Gotto. Anche nella zona dei Nebrodi sono stati spenti incendi, ma anche a Capo d'Orlando, Motta d'Affermo, Tusa, Sant'Agata di Militello e Militello Rosamarino. Qui la postazione antincendio della Forestale è andata distrutta.

Palermo e provincia tra incendi, fumo e caos: il racconto con le immagini dei lettori - Foto

 

A Capo d'Orlando si contano diversi capannoni di aziende e tre abitazioni danneggiate dalle fiamme nella zona di Forno Alto-Caria Ferro, mentre un caseggiato a servizio di un maneggio è andato in cenere a Catutè.

A causa dei roghi si sono registrati disagi nei servizi di telefonia fissa e mobile tra Palermo e Messina per un grave danneggiamento a tre cavi della fibra ottica sulla tratta autostradale Palermo-Messina, nella zona di Capo d'Orlando. Le attività di ripristino non sono state consentite la notte scorsa per motivi di sicurezza. Dalla prima mattina di oggi, quattro squadre di Tim sono intervenute e in poche ore hanno ripristinato i collegamenti.

Mentre non cessano le polemiche per i roghi che si sono accesi ieri vicino la discarica di Bellolampo. Il presidente della Rap, Roberto Dolce, fa sapere che: “Tutto il personale afferente alla discarica, compresi i responsabili coordinati dal dirigente dell'area Impianti, Pasquale Fradella, hanno attivato tempestivamente le procedure di contenimento e spegnimento delle fiamme che hanno lambito l'impianto di Biogas". Il presidente è andato in discarica per verificare lo svolgimento delle operazioni.

E domani il presidente della Regione Rosario Crocetta ha indetto una conferenza stampa, con l'assessore al Territorio e ambiente Maurizio Croce, e al dirigente generale della Protezione civile, Calogero Foti, per esaminare "i gravissimi incendi che hanno colpito la Sicilia in questi ultimi giorni".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X