Mercoledì, 02 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Centri per l'impiego, sistemi informatici in tilt: per Garanzia giovani pagamenti a rischio
IL CASO

Centri per l'impiego, sistemi informatici in tilt: per Garanzia giovani pagamenti a rischio

di
È una paralisi totale quella che ha investito la Regione da stamani

PALERMO. L’assessorato regionale al Lavoro resta senza sistemi informatici. E immediatamente vanno in tilt Garanzia Giovani e tutte le altre misure destinate a disoccupati e cassintegrati.

È una paralisi totale quella che ha investito la Regione da stamani. Una situazione che diverrà ancora più pesante da lunedì. Per l'inizio della prossima settimana infatti è prevista la scadenza del contratto con la ETT, l’azienda privata che gestisce i software dell’assessorato e del piano Garanzia Giovani.

Non è prevista alcuna proroga del contratto, quindi tutto si fermerà. E ne risentiranno i pagamenti a chi ha partecipato ai tirocini e tutta l’attività dei centri per l’impiego. L’assessorato vuole interrompere il rapporto con l’azienda e ha deciso di dar vita a una nuova gara d’appalto che avrà dei tempi più lunghi rispetto alle immediate scadenze.

Per questo motivo i sindacati sono già sul piede di guerra. «In Sicilia sarà il caos - commenta Giuseppe Raimondi della Uil -. Già oggi alcuni servizi sono sospesi: come le misure relative a Garanzia Giovani e la Did online (dichiarazione di disponibilità che per legge ogni lavoratore deve inviare). Ma dal 21 marzo, giorno in cui la piattaforma cesserà di funzionare, sarà il terremoto per lavoratori e imprese. Sarà impossibile, infatti, per governo nazionale, Inps, Inail e tutti gli uffici interessati recepire le informazioni che riguardano assunzioni, licenziamenti e misure di sostegno al reddito. Chiediamo, quindi, un incontro urgente a Crocetta. Non c’è più tempo da perdere».

Anche la Cisl è in allarme: «Sono andate in tilt le piattaforme informatiche dei Centri per l'impiego. E adesso sono a rischio i pagamenti di Garanzia giovani e le comunicazioni obbligatorie per la sottoscrizioni di nuovi rapporti di lavoro. Mentre i lavoratori dei Centri per l’impiego vivono enormi disagi sia nei rapporti con l'utenza, sia per espletare le proprie mansioni» è il commento di Alfredo Piede, coordinatore area lavoro della Cisl Funzione pubblica. Anche la Cisl Fp chiede un incontro «urgente con l'assessore regionale al Lavoro e col dirigente generale del dipartimento Lavoro».

La Regione ha avviato l'iter per l'affidamento dei servizi informatici dei Centri per l'Impiego della Sicilia, gestiti dalla società ligure Ett in scadenza il prossimo 21 marzo. Lo rendono noto gli uffici del Dipartimento lavoro, secondo cui non sono state registrate anomalie né disservizi nei centri per l'Impiego. Le procedure di gara per l'affidamento dei servizi informatici dei Cpi (Did online, comunicazioni obbligatorie, Silav Sicilia, e Silav Garanzia Giovani) fanno sapere dagli uffici, sono state già avviate tramite il sistema Me.Pa (Mercato elettronico della Pubblica amministrazione) e dovrebbero essere aggiudicate a breve. Agli uffici del Dipartimento Lavoro, poi, non risulta alcun rischio "black out".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X