Venerdì, 30 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Salme di migranti a Palermo, mancano gli spazi per le sepolture
NAVE POSEIDON

Salme di migranti a Palermo, mancano gli spazi per le sepolture

di
Secondo la legge una volta arrivati a Palermo sono morti qui e deve essere il Comune a provvedere alle sepolture. L'amministrazione comunale aveva proposto la cremazione, ma anche qui la legge lo vieterebbe anche perché sono in corso indagini della procura

PALERMO. Le salme dei 52 migranti si trovano dentro un camion in una cella frigo. Una volta completate le ispezioni sui corpi e l'autopsia per accertare le cause della morte non si sa dove seppellire questi cadaveri. Il Comune di Palermo non ha posti e campi di inumazione per potere garantire degna sepoltura ai migranti rimasti uccisi nell'ultima traversata e sbarcati dalla nave della Guardia Costiera Svedese Poseidon.

Secondo la legge una volta arrivati a Palermo sono morti qui e deve essere il Comune a provvedere alle sepolture. L'amministrazione comunale aveva proposto la cremazione, ma anche qui la legge lo vieterebbe anche perché sono in corso indagini della procura. Da quando si è saputo che queste salme sarebbero arrivate a Palermo è in corso una ricerca posti nei comuni vicini visto che a Palermo aveva esaurito i loculi con le ultime trenta salme del precedente sbarco. Una ricerca complessa e non semplice.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X