Venerdì, 20 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Berlusconi-Lario, nuova udienza per decidere sull'assegno a Veronica: nessun accordo
DIVORZIO

Berlusconi-Lario, nuova udienza per decidere sull'assegno a Veronica: nessun accordo

L'ex moglie aveva chiesto al Cavaliere di chiudere la partita con il versamento di una cifra forfettaria di poco meno di mezzo miliardo di euro

MONZA. Si saprà tra circa due mesi quale sarà la cifra dell'assegno di mantenimento mensile che Silvio Berlusconi dovrà versare a Veronica Lario, l'ex moglie da cui è divorziato dal febbraio dell'anno scorso.

Oggi infatti i legali dei due ex coniugi, i quali non hanno trovato l'accordo né su una 'buona uscita' complessiva né sull'assegno mensile, si sono presentati davanti ai giudici del tribunale di Monza, presieduti da Anna Maria Di Oreste, per la causa civile relativa al capitolo economico.

Un'udienza riservata a ulteriori precisazioni in forma verbale delle parti, che nei mesi scorsi hanno già depositato le rispettive memorie conclusionali e le repliche. Ora il collegio ha tempo 60 giorni per depositare la sua decisione. Tempo fa Veronica Lario aveva chiesto all'ex marito di chiudere la partita con il versamento di una cifra forfettaria di poco meno di mezzo miliardo di euro, cifra calcolata sulla propria aspettativa di vita.

Tale proposta, definita dall'ex premier esagerata e sproporzionata, non è stata accettata. Berlusconi avrebbe infatti rilanciato proponendo invece una cifra più bassa in quanto calcolata sulla sua aspettativa di vita. Al momento l'ex cavaliere versa alla ex moglie un appannaggio mensile di un milione e 400 mila euro così come aveva deciso durante l'udienza presidenziale in sede di divorzio il giudice di Oreste

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X