Giovedì, 23 Maggio 2019
MILANO

Miss svedese sequestrata e torturata in casa per sei mesi: un arresto

Uscito di galera nel 2013, dopo una condanna per un identico episodio ai danni di un'altra ragazza

MONZA. Una modella svedese di 23 anni è stata sequestrata, picchiata, torturata e stuprata per sei mesi da un 42enne italiano di Cinisello Balsamo (Milano), uscito di galera nel 2013 dopo una condanna per un identico episodio ai danni di un'altra ragazza.

Salvata dall'intervento dei carabinieri di Sesto San Giovanni, intervenuti grazie ad un vicino di casa dello stupratore che l'ha sentita gridare, la giovane è stata ricoverata in ospedale in grave stato di prostrazione, sotto shock e denutrita.pacciandosi per agente di modelle, ha ripetuto il medesimo copione di sette anni fa il 42enne di Cinisello Balsamo (Milano) arrestato dai carabinieri per aver sequestrato una modella svedese di 23 anni, uscito di galera dopo la prima condanna nel 2013 per aver appunto stuprato, picchiato e segregato una diciottenne nel suo garage.

Arrivata in Italia a settembre per lavorare nel mondo della moda (aveva appena partecipato a Miss Svezia), la ventitreenne è stata contattata su facebook dallo stupratore che, spacciatosi per fashion manager con vari agganci nel milanese, le ha promesso servizi fotografici e passerelle. Dopo averla incontrata e convinta della sua buona fede, l'uomo l'ha corteggiata fino a convincerla a seguirlo nel suo appartamento.

Lì sono iniziati i mesi di botte, minacce, torture e stupri, ai quali la giovane non ha saputo opporsi temendo per la propria vita. Dopo averle distrutto il telefonino, l'uomo la costringeva a telefonate settimanali ai familiari sotto stretto controllo e minacce per non farli insospettire. Quando la ragazza è stata salvata dai carabinieri, chiamati da un vicino che credeva di essere testimone di una lite in famiglia, non è stata in grado di parlare per ore, tanto era forte il suo grado di shock. Accompagnata in ospedale, dove è ricoverata, attende ora l'arrivo della sua famiglia dalla Svezia. Il quarantadueenne, che nel 2008 aveva legato, picchiato, frustato e stuprato una 18enne bielorussa residente a Lecco per cui ha scontato una pena di quattro anni di reclusione, è stato arrestato per violenza sessuale, sequestro di persona e lesioni aggravate e continuate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X