Giovedì, 04 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cantiere Navale di Palermo, la Regione revoca una gara da 50 milioni
IL BANDO

Cantiere Navale di Palermo, la Regione revoca una gara da 50 milioni

di
Fermati i lavori per la ristrutturazione dei due bacini di carenaggio. Disponibili 54 milioni che la Regione, sfruttando risorse europee, può elevare a 65

PALERMO. Adesso c’è il decreto. Ed è ufficiale la revoca di una delle gare d’appalto più importanti degli ultimi anni: la Regione ferma i lavori per la ristrutturazione dei due bacini di carenaggio del Cantiere Navale di Palermo e dirotta l’investimento su una nuova gara per realizzare un impianto analogo ma dalle dimensioni molto superiori.

Una mossa che riapre uno scontro fra colossi industriali e provoca una richiesta di danni alla Regione per un centinaio di milioni.
Il maxi appalto revocato ieri dall’assessorato regionale alle Attività produttive, guidato da Linda Vancheri, è quello per ristrutturare i due bacini di carenaggio da 19 mila e 52 mila tonnellate: le strutture su cui vengono sollevate le navi per effettuare le riparazioni.

Le gare sono state bandite nel 2010 e le graduatorie sono arrivate solo nel 2012: prima e dopo c’è stata una serie di ricorsi che hanno messo l’uno contro l’altro i due principali gruppi industriali del settore, Fincantieri e Cimolai. Alla fine l’appalto è andato a quest’ultimo, a cui si sono associati i siciliani della Metalmeccanica Agrigentina.
Ma l’appalto non è mai stato assegnato. Bandito dal governo Lombardo, la giunta Crocetta non lo ha mai condiviso. E recentemente un accordo fra il Comune di Palermo, l’Autorità portuale e la stessa Regione ha dato il via a un progetto alternativo: la realizzazione di un bacino di carenaggio da 80/90 mila tonnellate. Un piano che ha visto la condivisone del governo nazionale, rappresentato in fase istruttoria dal sottosegretario siciliano Simona Vicari.

Ma i soldi disponibili sono sempre gli stessi: 54 milioni che la Regione, sfruttando risorse europee, può elevare a 65. Per questo motivo già nell’autunno scorso l’assessore Vancheri ha avviato la revoca dell’assegnazione dell’appalto a Cimolai.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X