Venerdì, 28 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca "Finti controlli in cambio di tangenti", condannato finanziere a Palermo
LA TRUFFA

"Finti controlli in cambio di tangenti", condannato finanziere a Palermo

Ad «adescare» le vittime erano i due complici dei militari: un impiegato in un esercizio commerciale e un artigiano, che così arrotondavano i loro guadagni

PALERMO. Dicevano che avrebbero chiuso un occhio durante i controlli fiscali e in cambio pretendevano la mazzetta da dividere con i complici. Ma i tre finanzieri che furono arrestati per tentativo di concussione a dicembre scorso in realtà di quel tipo di accertamenti non si sarebbero mai occupati.

Questa mattina il gup Guglielmo Nicastro ha condannato uno dei tre, Ferdinando Rinaldo, a due anni con il rito abbreviato. I militari infedeli furono scoperti dai loro colleghi e le indagini furono coordinate dall'aggiunto Leonardo Agueci e dal sostituto Alessandro Picchi.

Ad «adescare» le vittime erano i due complici dei militari: un impiegato in un esercizio commerciale e un artigiano, che così arrotondavano i loro guadagni. I due hanno paventato a un professionista e a un imprenditore fantomatici controlli fiscali prospettando irregolarità e sanzioni prove di alcun fondamento. La situazione, ovviamente, poteva essere «sistemata» sganciando la tangente.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X