Giovedì, 20 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Al via monitoraggio correnti Canale di Sicilia

Al via monitoraggio correnti Canale di Sicilia

CATANIA. Nell'area portuale di Pozzallo, in provincia di Ragusa, sarà istallata un'antenna Hf-Radar a radiofrequenze che dialogherà con altre due analoghi dispositivi collocati a Malta per un monitoraggio delle correnti marine superficiali nel Canale di Sicilia. I dati serviranno ad ottimizzare gli interventi in caso di eventi di sversamenti di idrocarburi. E' quanto prevede il programma "Calypso" - finanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, Cooperazione Territoriale Europea 2007-2013, PO Italia Malta 2007-2013, e che propone azioni congiunte mirate alla prevenzione dei rischi sia di natura antropica, sia naturale - il cui protocollo d'intesa è stato siglato a Palermo tra la Protezione civile siciliana ed il Sicilian focal point del progetto, che è realizzato da un team di esponenti della comunità scientifica e di enti territoriali provenienti dalla zona transfrontaliera Italo-Maltese. Lead Partner del progetto é l'University of Malta, affiancata da partner maltesi (Transport Authority, Civil protection department, Armed forces of Malta) e siciliani (Arpa Sicilia, Cnr-Istituto per l'Ambiente marino costiero di Capo Granitola, Università degli Studi di Palermo - Polo di Trapani e Università degli Studi di Catania - Cutgana). Gli strumenti e i dati elaborati dal sistema Calypso saranno condivisi con il Dipartimento regionale della Protezione civile soprattutto al verificarsi di situazioni emergenziali che possono mettere a rischio l'ambiente marino- costiero e la salute pubblica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X