Martedì, 28 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il boss Falsone ha ammesso la propria identità

Il boss Falsone ha ammesso la propria identità

Così si mette fine alla commedia andata avanti dal giorno del suo arresto a Marsiglia, quando ha detto di chiamarsi Frittola ed essere originario del Catanese
Sicilia, Cronaca

AGRIGENTO. Il boss agrigentino Giuseppe Falsone ha ammesso la propria identità. Preso in consegna dalla polizia italiana a Ventimiglia, dopo le fotosegnalazioni ed i rilevamenti delle impronte digitali, prima di essere trasferito nel carcere di Sanremo, ha chiesto ai poliziotti quando potrà incontrare i propri familiari.     
Un'ammissione esplicita, questa, della sua identità, che mette la parola fine alla commedia, andata avanti dal 25 giugno, giorno del suo arresto a Marsiglia. Falsone, infatti, ha continuato a ripetere fino al momento dell'estradizione in Italia di chiamarsi Giuseppe Sanfilippo Frittola e di essere originario del catanese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X