Giovedì, 13 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cinema

Home Cultura Cinema Lutto nel cinema, morta Olivia de Havilland: interpretò Melania in "Via col vento"
AVEVA 104 ANNI

Lutto nel cinema, morta Olivia de Havilland: interpretò Melania in "Via col vento"

E’ morta Olivia de Havilland, l'attrice che interpretò lo storico ruolo di Melania Hamilton in "Via col vento". Aveva 104 anni e si è spenta nella sua casa di Parigi. Nella sua carriera ha vinto due Oscar nel 1947 per "A ciascuno il suo destino" e nel 1950 con "L'Ereditiera".

Indimenticabile interprete di film come "L'Ereditiera", Olivia de Havilland era anche l’ultima sovravvissuta del cast stellare di "Via col Vento", interpretato da Vivien Leigh e Clark Cable, film che le è valso la nomination come migliore attrice non protagonista nel 1939.

Olivia de Havilland è morta sabato, nella sua casa di Parigi, e si è spenta nel sonno. Britannica naturalizzata statunitense, era la più longeva Premio Oscar vivente. Il primo luglio aveva festeggiato i 104 anni.

Olivia de Havilland era la sorella di Joan Fontaine, indimenticabile protagonista di "Rebecca, la prima moglie", il film di Alfred Hitchcock, con cui l’attrice, all’epoca 22enne, anche lei si aggiudicò un Premio Oscar.

Nella vita reale era una donna volitiva e tenace, capace di tenere testa ai maggiori produttori hollywoodiani. De Havilland è stata una grande professionista, e uno dei volti più presenti sul grande schermo tra gli anni Trenta e Quaranta. L’anno prima di «Via col Vento» aveva interpretato Lady Marian in «Le avventure di Robin Hood» al fianco di Errol Flynn.

Era la protagonista indiscussa della Warner Studios, finchè lei stessa non gli fece causa nel 1943 per rivendicare la propria libertà di scegliere le parti da interpretare alla scadenza del contratto. La sua vittoria ha rappresentato un cambio epocale a Hollywood: con quella che ancora oggi è ricordata «la decisione de Havilland» ogni artista può svincolarsi alla data di scadenza del proprio contratto con un produttore, senza pericolo di essere trattenuto da cavilli burocratici.

De Havilland era nata a Tokyo il primo luglio 1916: il padre era avvocato, la madre un’attrice di medio profilo. Olivia aveva una sorella più giovane di 15 mesi, l’attrice Joan Fontaine scomparsa nel dicembre 2013 a 96 anni. Tra le due donne non c'erano buoni rapporti, e la rivalità artistica aveva accentuato le divergenze personali: una saga che i tabloid scandalistici di Hollywood hanno seguito per anni.

Dalla metà degli anni Cinquanta, de Havilland si era trasferita a Parigi con il marito, il giornalista Pierre Galante, allontanandosi in maniera definitiva da Hollywood e dallo star system ma non dal mondo del cinema: nel 1965 era stata la prima donna a presiedere la giuria del Festival di Cannes.

«Quello che mi attirava di Melania - ha raccontato nel documentario «Melania ricorda: le riflessioni di Olivia de Havilland» diretto da John Rust nel 2004 - era l’insieme dei suoi valori, che sono anche i miei. Interpretarla ha significato renderli eterni».

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più letti
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X