Sabato, 20 Luglio 2019
VERSO L'ADDIO

Tra Inter e Icardi è rottura totale: l'ex capitano lascia il ritiro

Mauro Icardi si allontana sempre più dall'Inter. La rottura tra l'ex capitano e la società nerazzurra è totale, con la telenovela che si arricchisce di un nuovo capitolo. L'argentino ha infatti lasciato il ritiro di Lugano già oggi e non partirà nemmeno per la tournée in Asia, mettendo di fatto la parola fine alla sua avventura interista.
Quello di ieri potrebbe essere stato l'ultimo allenamento di Icardi in nerazzurro insieme ai compagni, che torneranno solo a fine luglio dall'Asia. In mattinata l'argentino non si è visto in campo, poi è arrivato il comunicato: "Mauro Icardi rientrerà oggi a Milano dal ritiro di Lugano. Il club e l'attaccante argentino hanno preso questa decisione di comune accordo - ha scritto la società su Twitter -. Icardi proseguirà il suo percorso di ricondizionamento atletico nei prossimi giorni e non prenderà parte al Summer Tour in Asia".
Una decisione quasi attesa, considerando che l'ad Marotta aveva ufficialmente messo l'ex capitano fuori dal progetto. La situazione sembra però essere peggiorata negli ultimi giorni, soprattutto considerando che Nainggolan, anche lui ai margini, ha partecipato alle ultime sedute coi compagni: dimostrazione che anche l'atteggiamento di Icardi in questo ritiro potrebbe non essere stato dei migliori. Ora non resta che la cessione: la Juventus sembra l'unica interessata, ma la trattativa deve ancora decollare, così come quella per portare Lukaku, scelto come suo sostituto, a Milano. "Ottimista su Lukaku? Sono ottimista su tutto. Completeremo presto la squadra", ha commentato l'ad Marotta. "Non è arrivata nessuna offerta", le parole invece di Ole Gunnar Solskjaer, allenatore del Manchester United, che oggi ha lasciato il belga in tribuna nella prima amichevole dei Red Devils in Australia.
Il mercato e il caso Icardi agitano così la situazione in casa Inter alla vigilia dell'esordio in amichevole di Conte.
Domani alle 17.30 i nerazzurri scenderanno in campo a Lugano contro i padroni di casa. Primo test che il capitano Handanovic non vuole fallire: "Dobbiamo sempre pensare a vincere. Obiettivi stagionali? Il gap con la Juventus deve diminuire, dobbiamo giocarcela in campionato. Non bisogna porci limiti, dobbiamo sacrificarci e pensare in grande", ha spiegato il portiere nerazzurro. (ANSA).

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X